Da Visitare

Luci d'Artista Salerno 2017

Luci d’Artista Salerno 2017, prenota la tua camera vicino alle Luminarie !

Luci d’Artista Salerno 2017. La spettacolare mostra en plein air di opere d’arte luminosa nelle strade e nelle piazze di Salerno.

L’evento sarà inaugurato il prossimo 3 Novembre alle ore 18:00 presso la Villa Comunale di Salerno e durerà almeno fino al 22 Gennaio 2018.

Luci d’Artista Salerno 2017 : Il centro storico sarà costellato di figure giganti!

“Mille e una notte” è il tema principale della kermesse salernitana in cui saranno protagoniste le fiabe orientali e le storie incantate di Shahrazad, che verranno installate in piazza Flavio Gioia, da sempre il cuore delle luminarie di Salerno.

I Mercatini di Natale , anche quest’anno sarà presente l’installazione delle tipiche casette natalizie.

Luci d'Artista Salerno 2017

RUOTA PANORAMICA

Riapre la Ruota Panoramica. L’inaugurazione è prevista sabato 11 novembre 2017.
info@ruotapanoramicasalerno.it

Il B&B Pompei è situato in posizione centrale per visitare oltre Luci d’Artista Salerno 2017 anche: Pompei, Sorrento, Napoli, Ercolano, Vesuvio, Costiera Amalfitana, Capri, Reggia di Caserta, Paestum. Scopri i dintorni +

Disponiamo anche di Appartamenti arredati, con 2 camere da letto, cucina, salone. Guarda qui!


Segui il B&B su Facebook per restare aggiornati sulle Novità e offerte!!

Luci d'Artista Salerno 2017

Puoi prenotare il tuo alloggio online con conferma immediata cliccando qui e scegliendo la tua camera.

Richiedi disponibilità  Prenota Ora la tua camera

Offerta Luci d’Artista Salerno 2017

Per prezzi e costi contattateci subito con un email.

La luminosa offerta include:

  • Welcome drink di benvenuto
  • Bagno privato in ogni camera
  • Internet Wifi veloce
  • SPA con sauna e doccia emozionale
  • Riscaldamento 
  • Parcheggio custodito auto/ moto
  • Guida e mappe per Scavi di Pompei
  • Colazione a buffet (anche senza glutine)

Puoi anche richiedere la tua camera compilando il form in basso con tutti i dati. La seguente richiesta non è impegnativa. 

Dopo il suo invio, sarà contattato nel più breve tempo possibile. Grazie

Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*

Indicate di seguito tutte le vostre richieste con: il nome dell'offerta, la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età.

Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati personali.*per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci subito o invia un messaggio su Whatsapp / telegram : 327 3543655

 

 

Presepe artistico di Scafati , con 3500 pastori in movimento

Presepe artistico di Scafati, sorto nel 1989 a San Pietro, si è sviluppato negli anni fino  a raggiungere un’area di 2000 mq. con oltre 3500 pastori artistici in movimento… a 5 minuti dal B&B !

Presepe artistico di Scafati, sorto nel 1989 a San Pietro, per volontà dell’Associazione Presepe Artistico, grazie al signor Gennaro Comentale (Presidente e Tecnico), si è sviluppato negli anni fino  a raggiungere un’area di 2000 mq. con oltre 3000 pastori artistici in movimento..

Presepe artistico di Scafati

Presepe Artistico di Scafati , Info e Orari
Via Poggiomarino, S.Pietro di Scafati (SA)

Per richieste e Prenotazioni telefoniche contattare i seguenti numeri:
339 3503938 – 338 6638162

Su una superficie di 2000 mq (interamente coperti e riscaldati), rinnovata e ampliata, con circa 3500 pastori di cui 2500 in movimento, con la novità dell’introduzione di nuovi pastori dell’altezza di 60 cm, si metteranno in evidenza arti e mestieri antichi.
Alla natività troverete il bue e l’asinello che riscalderanno Gesù Bambino con il loro fiato.Oltre alla vita ed ai miracoli di Gesù, anche il Colosso di Rodi, Ulisse e Polifemo. Quest’opera è unica al mondo.

Questo presepe unico al mondo viene visto frequentemente anche dalle scolaresche americane.

Presepe artistico di Scafati

Arti e mestieri

Presepe Scafati

 

 Il B&B Il Fauno dista solo 1 Km dal Presepe Artistico di Scafati ( circa 5 minuti con auto oppure 1 fermata con il treno)Offriamo il transfer gratuito per la stazione della Circumvesuviana.

Puoi prenotare il tuo alloggio vicino al Presepio artistico di Scafati con conferma immediata cliccando qui e scegliendo la tua camera.

RICHIEDI DISPONIBILITÀ  PRENOTA ORA LA TUA CAMERA

Per prezzi e costi contattateci subito con un email.

Camera matrimoniale

Puoi anche richiedere la tua camera compilando il form in basso con tutti i dati. La seguente richiesta non è impegnativa. 

Dopo il suo invio, sarà contattato nel più breve tempo possibile. Grazie

Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*

Indicate di seguito tutte le vostre richieste con: il nome dell'offerta, la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età.

Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati personali.*per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci subito o invia un messaggio su Whatsapp / telegram : 327 3543655

 

Info Utili sul Presepe Artistico di Scafati

Presepe Artistico di Scafati – INGRESSO

L’ingresso al Presepe Artistico è aperto a tutti: adulti e bambini.

Dal 1 al 31 Ottobre aperti solo le domeniche
Dalle 9.00 alle 13.00 – dalle 15.00 alle 18.00

Dal 1 al 30 Novembre aperti domeniche e festivi
Dalle 9.00 alle 13.00 – dalle 15.00 alle 19.00

Dal 1 al 20 Dicembre aperti tutti i giorni
Dalle 9.00 alle 13.00 – dalle 15.00 alle 20.00

Dal 22 Dicembre al 9 Gennaio aperti sempre
Dalle 9.00 alle 13.00 – dalle 15.00 alle 22.00

Prenota la tua visita 

 

APERTURA SPECIALE

8 Dicembre il giorno dell’Immacolata aperti!
Dalle 9.00 alle 13.00 – dalle 15.00 alle 22.00

NOVITA’ E ANNUNCI

25 ottobre 2015
Inaugurazione Basilica San Pietro
IlNon perdere l’inaugurazione della nuova Area realizzata dal Maestro Comentale. La nuova sezione raffigura la Basilica di San Pietro e Papa Francesco nel consueto saluto alla folla

Visitare Vesuvio

Visitare Vesuvio , il gigante che domina Napoli

Visitare Vesuvio , è un vulcano esplosivo attivo (in stato di quiescenza dal 1944), situato in Campania, nel territorio dell’omonimo parco nazionale istituito nel 1995….. a 20 minuti dal B&B !

Visitare Vesuvio….è un vulcano esplosivo attivo (in stato di quiescenza dal 1944), situato in Campania, nel territorio dell’omonimo parco nazionale istituito nel 1995.

La sua altezza, al 2010, è di 1.281 m, sorge all’interno di una caldera di 4 km di diametro. Quest’ultima rappresenta ciò che è rimasto dell’ex edificio vulcanico (Monte Somma) dopo la grande eruzione del 79 d.C., che determinò il crollo del fianco sud-orientale in corrispondenza del quale si è successivamente formato il cratere attuale. È attualmente l’unico vulcano attivo di tutta l’Europa continentale.

È uno dei vulcani pericolosi più studiati al mondo; ciò è dovuto al fatto che sulle sue pendici abitano circa 700.000 persone e le conseguenze dell’eruzione sarebbero estremamente devastanti.

Nel 1997 il Vesuvio è stato eletto dall’Unesco (con il vicino Miglio d’Oro) tra le riserve mondiali della biosfera.
Visitare Vesuvio

 

 Il B&B Il Fauno dista solo 18 Km dal Vesuvio ( circa 20 minuti con auto oppure bus da Pompei)Offriamo il transfer gratuito per la stazione della Circumvesuviana.

Puoi prenotare il tuo alloggio vicino al Vesuvio con conferma immediata cliccando qui e scegliendo la tua camera.

RICHIEDI DISPONIBILITÀ  PRENOTA ORA LA TUA CAMERA

Per prezzi e costi contattateci subito con un email.

Camera matrimoniale

Puoi anche richiedere la tua camera compilando il form in basso con tutti i dati. La seguente richiesta non è impegnativa. 

Dopo il suo invio, sarà contattato nel più breve tempo possibile. Grazie

Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*

Indicate di seguito tutte le vostre richieste con: il nome dell'offerta, la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età.

Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati personali.*per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci subito o invia un messaggio su Whatsapp / telegram : 327 3543655

 

visitare vesuvio – INFO su come arrivare

Orari e giorni di apertura:

Si può raggiungere il cratere:

Gennaio-Febbraio-Novembre-Dicembre: 09:00 – 15:00
Marzo-Ottobre: 09:00 – 16:00
Aprile-Maggio-Giugno-Settembre: 09:00 – 17:00
Luglio-Agosto: 09:00 – 18:00

In caso di maltempo o di forza maggiore l’ascesa al cratere può essere sospesa dalle guide vulcanologiche .

Vesuvio

Italy, Campania, Vesuvius volcano, aerial view

Durata:

L’ intera escursione di solito dura 90 minuti. Tale durata può, comunque, variare a seconda dell’età o dello stato di salute del turista, o a causa delle condizioni meteorologiche.

Come raggiungerlo in auto:

Prendere l’autostrada A3 Napoli-Salerno fino all’uscita di Torre del Greco o Ercolano e poi seguire le indicazioni per il Vesuvio.

Come raggiungerlo in autobus:

La Circumvesuviana unisce tutti i paesi vesuviani da Napoli fino a Sorrento. Prendere l’autobus della compagnia EAV che raggiunge il Vesuvio da Pompei o da Ercolano. Numero verde 800 053939

L’ attrezzatura:

La temperatura sulla cima del vulcano è generalmente inferiore rispetto alle sue pendici e il vento può inaspettatamente interessare l’area craterica. Inoltre, sono consigliati scarpe da ginnastica o pedule da escursionismo, binocolo, occhiali da sole e acqua.

Prezzi:

Per la visita al cratere è necessario l’acquisto del biglietto. Il biglietto comprende il servizio guida.

Biglietto da € 8,00

Per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, gli studenti universitari e i cittadini residenti nei 13 comuni della comunità del parco muniti di documento di riconoscimento attestante la effettiva residenza

Biglietto da € 10,00

Per ogni altro visitatore, incluse le Agenzie di Viaggio ed altri Organismi operanti nel settore turistico che non intendono utilizzare vouchers prepagati per le visite guidate al cratere.

Ingresso gratuito

Al personale dell’Osservatorio Vesuviano per lo svolgimento dei compiti istituzionali;
Agli studiosi, ai ricercatori ed al personale di Università, Enti o Istituti scientifici, di ricerca o di istruzione, per motivi scientifici e culturali, su presentazione di una lettera di richiesta su carta intestata dell’Ente, Istituto, Università di appartenenza debitamente autorizzati dall’Ente Parco;
Ai rappresentanti di Enti e/o Amministrazioni pubbliche, per motivi istituzionali, muniti di apposita autorizzazione dell’Ente Parco;
Ai minori di anni dieci (10) solo se accompagnati dai genitori o altre persone adulte;
Ai residenti nei comuni della comunità del parco muniti di documento di riconoscimento durante l’annuale giornata europea dei Parchi.
A tutti coloro che siano muniti di apposita autorizzazione scritta dell’Ente Parco.

Altre Info:

Il Vesuvio costituisce un colpo d’occhio di inconsueta bellezza nel panorama del golfo. Una celebre immagine da cartolina ripresa dalla collina di Posillipo lo ha fatto entrare di diritto nell’immaginario collettivo della città di Napoli. Il Vesuvio detiene un primato a livello mondiale, cioè quello di essere stato il primo vulcano ad essere studiato sistematicamente (per volontà della casa regnante dei Borbone), studi che continuano tuttora ad opera dell’Osservatorio Vesuviano.

Origine del Nome:

Il nome Vesuvio (in latino classico Vesuvius; attestato anche come Vesevius, Vesvius, Vesbius) è presumibilmente d’origine indoeuropea, da una base *aues, “illuminare” o *eus, “bruciare”.Esistono tuttavia alcune etimologie popolari: dato che nell’antichità si riteneva che il Vesuvio fosse consacrato all’eroe semidio Ercole, e la città di Ercolano, alla sua base, prendeva da questi il nome, si credeva che anche il vulcano, seppur indirettamente traesse origine dal nome dell’eroe greco.

Templi di Paestum

Templi di Paestum, scopri il parco archeologico e il museo !

Templi di Paestum è uno dei siti archeologici più maestosi e spettacolari del Mediterraneo.. a poca distanza dal B&B

Templi di Paestum…fondata all’inizio del VII sec. a.C. da coloni greci che si erano già insediati a Sibari (Calabria Ionica), Poseidonia (questo il nome greco) fu un importante emporio commerciale del Tirreno (che allora lambiva l’area archeologica mentre oggi la linea di costa è più lontana).

Templi di Paestum

I Templi, Il Museo, Orari e Tariffe

I tre templi monumentali che oggi possiamo ammirare, come i reperti conservati nel Museo Archeologico Nazionale, accanto all’area archeologica, documentano l’importanza, la ricchezza e la raffinata vita culturale della colonia, per altro abitata anche in tempi ben precedenti l’arrivo dei greci, come testimoniano le tombe di età eneolitica (2.400-1.900 a.C.) ritrovate nella necropoli di Gaudo, a 2 km da Paestum.

Consigliamo di dedicare alla visita di Paestum anche una giornata intera, per godere appieno di una passeggiata tra i tre templi, che costituiscono una splendido “catalogo” di architettura dorica (Hera, il tempio più antico, con nove colonne sul fronte e diciotto di lato; Cerere, del 510 a.C., in realtà dedicato ad Atena, costituito da tredici colonne sui lati lunghi e sei sui brevi, con ampio portico antistante; Nettuno, il più grande e maestoso, del 450 a.C., di cui si può ammirare la perfetta armonia).

Capaccio Paestum (SA)
Via Magna Grecia, 919
+39 0828 811023

http://www.museopaestum.beniculturali.it/

L’area archeologica di Paestum (comune di Capaccio) è aperta tutti i giorni dalle 9 a un’ora prima del tramonto

 

 Il B&B Il Fauno a solo 50 minuti dai Templi di Paestum, raggiungibile in auto/treno. Offriamo il transfer gratuito per la stazione di Trenitalia .

Puoi prenotare il tuo alloggio vicino Templi di Paestum con conferma immediata cliccando qui e scegliendo la tua camera.

RICHIEDI DISPONIBILITÀ  PRENOTA ORA LA TUA CAMERA

Per prezzi e costi contattateci subito con un email.

Camera matrimoniale

Puoi anche richiedere la tua camera compilando il form in basso con tutti i dati. La seguente richiesta non è impegnativa. 

Dopo il suo invio, sarà contattato nel più breve tempo possibile. Grazie

Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*

Indicate di seguito tutte le vostre richieste con: il nome dell'offerta, la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età.

Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati personali.*per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci subito o invia un messaggio su Whatsapp / telegram : 327 3543655

VISITARE TEMPLI DI PAESTUM

Il Museo Archeologico Nazionale di Paestum è uno tra i più importanti musei archeologici dell’Italia Meridionale. Esso è situato all’interno della città antica ed è organizzato in modo da narrare, attraverso i reperti esposti, la storia di Paestum, dapprima colonia greca con il nome di Poseidonia e poi città lucana e romana, e del suo territorio.

Il Museo è diviso in tre sezioni:

  1. Prima di Poseidonia. Il territorio a sud del Sele in età preistorica e protostorica (galleria superiore)
  2. Da Poseidonia a Paestum. Dalla fondazione della città greca al tramonto dell’egemonia lucana (piano terra)
  3. Paestum romana (primo piano).

Al suo interno è possibile ammirare l’esposizione delle metope arcaiche del santuario di Hera alla foce del Sele, ripercorrere la nascita della città e l’organizzazione dei suoi spazi pubblici e privati. Seguono sale dedicate ai santuari urbani ed extraurbani e alle necropoli. Di particolare rilievo è la Tomba del Tuffatore seguita dalle sezioni delle tombe dipinte lucane e delle produzioni artigianali locali. In esso hanno luogo mostre, incontri, convegni e manifestazioni culturali di varia natura.

Il Museo Archeologico Nazionale di Paestum è situato all’interno della cinta muraria dell’antica città, in un’area, ai margini dell’ex strada statale 18, oggi completamente pedonale.

In questa stessa zona, lateralmente rispetto al Museo, è la Chiesa della SS. Annunziata, più nota come Basilica Paleocristiana, fiancheggiata da un palazzotto vescovile settecentesco che, prima della costruzione del Museo, ospitava le raccolte provenienti dagli scavi della città.

Nel 1999 le collezioni del Museo sono state riorganizzate in un nuovo percorso espositivo ed è stata creata una sezione dedicata alla vita di Paestum Romana.

Il Museo dispone di una sala didattica, con annessa aula per proiezioni e conferenze, di un ricco archivio, di laboratori grafici, fotografici e di restauro e di grandi depositi. Questi ultimi sono all’avanguardia per un innovativo, e quasi unico sistema di catalogazione e sistemazione delle lastre tombali dipinte ritrovate nelle necropoli di Paestum.

Area Archeologica e Museo Narrante del Santuario di Hera alla Foce del Sele
Orario
da ottobre a marzo 8:15 – 15:40
da aprile a settembre 9:15 – 16:40
chiuso il lunedì
Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura.

  • Biglietto d’ingresso gratuito

ORARI

Museo Archeologico Nazionale di Paestum

Il Museo è aperto dalle 8:30 alle 19:30 (emissione ultimo biglietto d’ingresso ore 18:50) 1° e 3° lunedì del mese dalle 8:30 alle 13:40 (emissione ultimo biglietto d’ingresso ore 13:00)

Scavi di Paestum

Area Archeologica (i Templi) è aperta tutti i giorni dalle 8:30 alle 19:30 (emissione ultimo biglietto d’ingresso ore 18.50) Presso la biglietteria di Porta Principale è attivo un servizio di guardaroba per il deposito di zaini, borse e bagagli [leggi regolamento guardaroba]

*L’AREA ARCHEOLOGICA E IL MUSEO SONO CHIUSI IL 1 GENNAIO E IL 25 DICEMBRE.

SCARICA L’ORARIO COMPLETO

TARIFFARIO

  • Biglietto Unico (Museo + Area archeologica)
    € 9,00 – ridotto € 4,50
  • Biglietto Cumulativo (Parco Archeologico Paestum + Velia)
    € 10,00 – ridotto € 5,00
  • Museo (disponibile solo quando gli Scavi sono chiusi)
    € 4,00 – ridotto € 2,00
  • Scavi (disponibile solo quando il Museo è chiuso)
    € 7,00 – ridotto € 3,50
  • Biglietto Annuale PAESTUM MIA

    ( area archeologica + museo + iniziative incluse nel biglietto ordinario) € 15,00 – ridotto € 7,50

    Prenota i biglietti ONLINE

Ingresso gratuito

  • Personale Ministero per i beni culturali e le attività culturali
  • Militari, Vigili del fuoco, Guardie forestali in divisa
  • Guide turistiche e Interpreti turistici nell’esercizio della propria attività professionale
  • Studenti universitari regolarmente iscritti ai corsi di laurea in: Architettura e Conservazione dei beni culturali, Lettere o materie letterarie con indirizzo archeologico o storico-artistico; studenti dell’Accademia di Belle Arti iscritti ai corsi di pittura scultura, scultura, decorazione e scenografia
  • Cittadini italiani e di tutti i paesi “CEE” di età inferiore ai 18 anni e superiore ai 65
  • Gruppi e comitive di studenti delle scuole italiane e dei paesi CEE di ogni ordine e grado statali e non statali, accompagnati dai loro insegnanti
  • Tessera ICOM, ICOMOS, giornalisti

Per informazioni biglietteria, book-shop tel. 0828-722654

Disponibile anche il servizio prenotazione (non obbligatoria)

Le biglietterie e il book-shop, sono in concessione alla società “Arte’M”.

The island of Capri

The island of Capri

The blue island, a prolongation of the Sorrentine Peninsula, has inspired writers, poets and directors that have chosen the island for their films. The combination of nature and culture, across a sea that varies from shades of blue to turquoise, make of Capri a destination not to miss.

Capri (NA), Azienda Autonoma di Cura Soggiorno Turismo di Capri – P.tta I.Cerio, 11

+39 081 8375308  http://www.capritourism.com

[nggallery id=9]

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 
Tourist information office: Piazza Umberto I – Tel. +39 081 8370686 Marina Grande: Banchina del Porto – Tel. +39 081 8370634 Anacapri: Via G. Orlandi, 59 – Tel. +39 081 8371524

Vesuvio, visita il vulcano che distrusse la città di Pompei!

Vesuvio, visita il vulcano che distrusse la città di Pompei!

Il Vesuvio è il vulcano più famoso della terra e uno dei più studiati.. E’ anche uno dei più pericolosi poiché il vasto territorio che si estende alle sue pendici ha visto la costruzione di case fino a 700 metri di altura.

Segui il Vesuvio su Facebook per restare aggiornati sulle Novità e offerte!!

Vesuvio costituisce un colpo d’occhio di inconsueta bellezza nel panorama del golfo.

Una celebre immagine da cartolina ripresa dalla collina di Posillipo lo ha fatto entrare di diritto nell’immaginario collettivo della città di Napoli.

Orari e giorni di apertura:

Si può raggiungere il cratere:

Gennaio-Febbraio-Novembre-Dicembre: 09:00 – 15:00
Marzo-Ottobre: 09:00 – 16:00
Aprile-Maggio-Giugno-Settembre: 09:00 – 17:00
Luglio-Agosto: 09:00 – 18:00

Il sentiero di accesso al cratere negli orari sopra indicati è aperto tutti giorni dell’anno, anche il sabato, la domenica e anche tutti i giorni festivi

In caso di maltempo o di forza maggiore l’ascesa al cratere può essere sospesa dalle guide vulcanologiche .

Durata:

L’ intera escursione di solito dura 90 minuti. Tale durata può, comunque, variare a seconda dell’età o dello stato di salute del turista, o a causa delle condizioni meteorologiche.

Prezzi:

Per la visita al cratere è necessario l’acquisto del biglietto. Il biglietto comprende il servizio guida.

Biglietto da € 8,00

Per gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, gli studenti universitari con lettera di presentazione firmata dal Dirigente Scolastico;

per i cittadini residenti nei 13 comuni della comunità del parco muniti di documento di riconoscimento attestante la effettiva residenza

Biglietto da € 10,00

Per ogni altro visitatore, incluse le Agenzie di Viaggio ed altri Organismi operanti nel settore turistico che non intendono utilizzare vouchers prepagati per le visite guidate al cratere.

Agenzie di viaggio e Tour operator
Le Agenzie  che intendono utilizzare vouchers devono pagare in anticipo € 2.400,00 pari a n. 300 biglietti al costo unitario di € 8,00. Coloro che non effetuano il suddetto pre-pagamento pagheranno i biglietti al prezzo ordinario di 10 .

Ingresso gratuito

Ai minori di altezza inferiore ad 1,2 metro solo se accompagnati dai genitori

Ai disabili al 100% muniti di certificato e al relativo accompagnatore

Tutti coloro che beneficiano della gratuità dovranno munirsi di biglietto gratuito rilasciato dalla biglietteria.

 

L’ attrezzatura:

La temperatura sulla cima del vulcano è generalmente inferiore rispetto alle sue pendici e il vento può inaspettatamente interessare l’area craterica. Inoltre, sono consigliati scarpe da ginnastica o pedule da escursionismo, binocolo, occhiali da sole e acqua.

Come raggiungerci in auto:

Prendere l’autostrada A3 Napoli-Salerno fino all’uscita di Torre del Greco o Ercolano e poi seguire le indicazioni per il Vesuvio.

Come raggiungerci in autobus:

La Circumvesuviana unisce tutti i paesi vesuviani da Napoli fino a Sorrento. Prendere l’autobus della compagnia EAV che raggiunge il Vesuvio da Pompei o da Ercolano. Numero verde 800 053939

 Il B&B Il Fauno dista solo 16 km dal Vesuvio, facilmente raggiungibile in 25 minuti, sia in auto che con gli Autobus che partono ogni 20 minuti di fronte l’entrata degli Scavi di Pompei.

Puoi prenotare il tuo alloggio vicino al Vesuvio con conferma immediata cliccando qui e scegliendo la tua camera.

RICHIEDI DISPONIBILITÀ  PRENOTA ORA LA TUA CAMERA

Per prezzi e costi contattateci subito con un email.

Camera matrimoniale

Puoi anche richiedere la tua camera compilando il form in basso con tutti i dati. La seguente richiesta non è impegnativa. 

Dopo il suo invio, sarà contattato nel più breve tempo possibile. Grazie

Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*

Indicate di seguito tutte le vostre richieste con: il nome dell'offerta, la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età.

Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati personali.*per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci subito o invia un messaggio su Whatsapp / telegram : 327 3543655

Altre info sul Vesuvio

Vesuvio è un tipico esempio di vulcano a recinto costituito da un cono esterno tronco, Monte Somma (1133 metri), con cinta craterica in gran parte demolita entro la quale si trova un cono più piccolo rappresentato dal Vesuvio (1281 metri), separati da un avvallamento denominato Valle del Gigante, parte dell’antica caldera, dove in seguito, presumibilmente durante l’eruzione del 79 d.C., si formò il Gran Cono o Vesuvio.

La Valle del Gigante è suddivisa a sua volta in Atrio del Cavallo ad ovest e Valle dell’Inferno ad est. Il recinto del Somma è ben conservato per tutta la sua parte settentrionale, infatti è stato nei tempi storici meno esposto alla furia devastatrice del vulcano, perché riparato dall’altezza della parete interna che ha impedito il deflusso di lave sulle sue pendici. I pendii, variamente degradanti, sono solcati da profondi valloni radiali prodotti dall’erosione delle acque meteoriche.

Le sue pareti dalla parte del cono si presentano a picco. Tutta la sezione è poi disseminata di spuntoni e dicchi di roccia vulcanica scura. Il vecchio orlo craterico è un susseguirsi di cime dette cognoli. Mentre l’altezza del Somma ed il suo profilo si sono conservati uguali nei secoli, l’altezza ed il profilo del Vesuvio hanno subito variazioni notevoli, a causa delle successive eruzioni, con innalzamenti ed abbassamenti.

Il Vesuvio è un caratteristico vulcano poligenico e misto, ossia costituito da lave di composizione chimica diversa (ad esempio trachiti, tefriti, leucititi) e formato sia da colate di lava sia da depositi piroclastici. Tutte le zone alle pendici della montagna sono da considerarsi formate da terreni trasportati da lave di fango che scendono dagli scoscesi pendii nelle stagioni piovose attraverso profondi e stretti valloni detti alvei o più comunemente lagni.

Gli alti argini sono formati da cumuli di scorie laviche, che precipitati allo stato incandescente e dilagati verso le basse pendici, si rivelano ora a causa del loro materiale fertile, ricco di silicio e potassio, preziosi per la vegetazione. Nelle giornate più fredde la condensazione dei vapori rende visibili le fumarole presenti in numerosi punti

della parete interna del cratere. Proseguendo lungo il bordo del cratere, guardando verso il mare si coglie l’intera estensione della parte meridionale del vulcano e, in giornate con buona visibilità, tutto il Golfo di Napoli dalla Penisola

Sorrentina e Capri fino a Capo Miseno, Procida e Ischia. E’ inevitabile notare anche la sconsiderata espansione urbanistica che risale lungo le pendici del vulcano.
Dal 29 ottobre 2005 il Vesuvio è un museo a cielo aperto perché i suoi tornanti ospitano 10 gigantesche sculture. La mostra permanente prende il nome di Creator Vesevo.

Cosa Visitare Pompei e Dintorni

Costiera Amalfitana , da Positano a Vietri sul Mare 36 km di paradiso!

Costiera Amalfitana , da Positano a Vietri sul Mare 36 km di paradiso!

Costiera Amalfitana..quattordici località ognuna con le sue tradizioni e le sue peculiarità… per le quali vale la pena visitarle almeno una volta nella vita. Immerse in uno scenario incantevole condividono un mare cristallino dai colori intensi, una natura selvaggia, le chiese dalle cupole maiolicate e le case aggrappate all’impervia roccia. La costiera prende il nome da Amalfi, per la sua posizione centrale e per il ruolo storico che ha ricoperto.

Costiera amalfitana è il tratto di costa campana, situato a sud della penisola sorrentina, che si affaccia sul golfo di Salerno; è delimitato ad ovest da Positano e ad est da Vietri sul Mare.

È un tratto di costa famoso in tutto il mondo per la sua bellezza naturalistica, sede di importanti insediamenti turistici.

Considerato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO prende il nome dalla città di Amalfi, nucleo centrale della Costiera non solo geograficamente, ma anche storicamente.

La costiera amalfitana è nota per la sua eterogeneità: ognuno dei paesi della Costiera ha il proprio carattere e le proprie tradizioni.

Dal B&B Il Fauno si può raggiungere la Costiera Amalfitana:
in auto percorrendo l‘Autostrada A3 (Napoli-Pompei-Salerno) uscita Angri Sud e proseguire per il Valico di
Chiunzi fino a Maiori
(35 minuti ).
con le navi della Travelmar dal porto di Salerno (20 minuti dal B&B) , corse ogni 25 minuti
con il servizio BUS da Sorrento , facilmente raggiungibile con i treni della Circumvesuviana in 45 minuti.

La costiera amalfitana è nota anche per alcuni prodotti tipici, come il limoncello, liquore ottenuto dai limoni della zona (sfusato amalfitano), le alici e le conserve di pesce prodotte a Cetara, e le ceramiche realizzate e dipinte a mano a Vietri.

 

 Il B&B Il Fauno a solo 35 Km dalla Costiera Amalfitana  , raggiungibile in auto/treno (35 minuti) o con la nave da Salerno.

Puoi prenotare il tuo alloggio vicino alla Costiera Amalfitana con conferma immediata cliccando qui e scegliendo la tua camera.

RICHIEDI DISPONIBILITÀ  PRENOTA ORA LA TUA CAMERA

Per prezzi e costi contattateci subito con un email.

Camera matrimoniale

Puoi anche richiedere la tua camera compilando il form in basso con tutti i dati. La seguente richiesta non è impegnativa. 

Dopo il suo invio, sarà contattato nel più breve tempo possibile. Grazie

Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*

Indicate di seguito tutte le vostre richieste con: il nome dell'offerta, la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età.

Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati personali.*per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci subito o invia un messaggio su Whatsapp / telegram : 327 3543655

COSA VISITARE in COSTIERA AMALFITANA

Segui Costiera Amalfitana su Facebook per restare aggiornati sulle Novità e offerte!!

Sono davvero tante le attrattive, naturalistiche e artistiche, della Costiera Amalfitana. Fulcro del tratto di costa più famoso e glamour della costa campana è Amalfi, antica città marinara con un passato glorioso e un presente fatto di commercio e turismo.

Imperdibile una visita al suo imponente Duomo con lo splendido Chiostro del Paradiso e una passeggiata lungo il vivace lungomare.

Costiera Amalfitana

Da qui, camminando intorno al promontorio, si arriva ad Atrani, che ha conservato il suo caratteristico aspetto di borgo di pescatori ed è il secondo paese più piccolo d’Italia.

La deliziosa piazzetta sulla quale si affaccia la Chiesa di San salvatore dà direttamente sul mare, mentre le altre case si arrampicano lungo le pareti della collina dalla quale si gode di una fantastica vista della Costiera.

Particolarmente panoramica, anche la posizione di Ravello, a 350 metri dal mare, dove Wagner ambientò parte del suo Parsifal e Lawrence scrisse il suo capolavoro L’amante di Lady Chatterley.

Positano, è invece famosa per le spiagge (come quelle di Marina Grande e Fornillo), la Chiesa di Santa Maria Teresa dell’Assunta (con la coloratissima cupola maiolicata) e per lo shopping.

Praiano, invece, era, già al tempo dei Dogi di Amalfi la meta preferita per un vacanza all’insegna della tranquillità. La sua attrattiva maggiore è la Grotta dello Smeraldo, una caverna allagata nella quale la luce del sole dona all’acqua una vivace colorazione verde.

Il fiordo di Furore, altro capolavoro della natura, elemento tipico dei paesaggi nordici, crea un interessante contrasto con le acque cristalline del Mar Tirreno.

Da non perdere una visita a Vietri sul Mare, famosa per la lavorazione della ceramica; a Maiori, che vanta la spiaggia più lunga della Costiera; e a Minori, con la Villa Marittima Romana del I secolo d.C. che si staglia sulle sfumature brillanti del mare.

Nel IX secolo ha segnato le sorti del mediterraneo insieme alle altre repubbliche marinare. Il Duomo, con il chiostro del Paradiso e la Basilica del Crocifisso e la pregiata carta d’Amalfi tra le attrazioni del posto. Da Positano con le sue stradine, le botteghe di abbigliamento e le spiagge bandiera blu, passando per il fiordo di Furore, alla grotta dello smeraldo di Conca dei Marini, dalla piazzetta sul mare di Atrani alle scale di Raito, senza parlare di Ravello e delle altre perle della costiera è un susseguirsi di emozioni, un viaggio tutto da scoprire.

 

Visitare Ischia

Visitare Ischia , l’isola verde

Visitare Ischia , un’isola inconfondibile, che fa sognare tanti poeti ..e scrittori alla presenza dei suoi incantevoli panorami e del suo mare sempre blu… facilmente raggiungibile dal B&B !

Visitare Ischia ….la leggenda narra che Ischia sia stata generata dalla caduta del gigante Tifeo, ribellatosi a Giove e che ogni tanto smuove la terra con i movimenti del suo corpo. In realtà Ischia si formò in seguito ad una intensa attività vulcanica che ancora oggi si fà presente attraverso le numerosi sorgenti termali che abbondano su tutto il territorio.

Visitare Ischia

Passare le Vacanze a Ischia significa approfittare delle sue tante opportunità. Il mare, certo, ma non solo. L’isola d’Ischia è ricca di storia, si sviluppa nell’interno con una natura rigogliosa e offre mille occasioni di svago e di relax.

I Greci antichi, che la sapevano lunga, impiantarono a Ischia i primi vigneti e per primi hanno goduto delle fonti termali. Qui il piacere di vivere e sentirsi bene, è una tradizione ancora attuale.

Ischia, l’isola verde, rinomata per il suo patrimonio termale, è ricca di storia, cultura e tradizioni. Il Castello Aragonese, La Chiesa del Soccorso a Forio, il borgo di Sant’Angelo, le architetture di tufo verde di Serrara Fontana solo alcuni dei numerosi e splendidi luoghi da visitare.

 

 Il B&B Il Fauno dista solo 25 minuti dal Porto d’Imbarco per Ischia/Procida (partenze traghetti ogni 30 minuti), facilmente raggiungibile sia in auto che con il treno della Circumvesuviana (a soli 500 metri dal B&B).Offriamo il transfer gratuito per la stazione della Circumvesuviana.

Puoi prenotare il tuo alloggio vicino Ischia con conferma immediata cliccando qui e scegliendo la tua camera.

RICHIEDI DISPONIBILITÀ  PRENOTA ORA LA TUA CAMERA

Per prezzi e costi contattateci subito con un email.

Camera matrimoniale

Puoi anche richiedere la tua camera compilando il form in basso con tutti i dati. La seguente richiesta non è impegnativa. 

Dopo il suo invio, sarà contattato nel più breve tempo possibile. Grazie

Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*

Indicate di seguito tutte le vostre richieste con: il nome dell'offerta, la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età.

Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati personali.*per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci subito o invia un messaggio su Whatsapp / telegram : 327 3543655

VISITARE ISCHIA – informazioni utili

L’Isola, Le Spiagge, Muoversi, Visitare

L’isola d’Ischia è circondata quasi senza soluzione di continuita’ da spiagge e aree balneabili di varia natura: l’ospite che vuole godere dei benefici del mare e del sole non ha che l’imbarazzo della scelta. Tuttavia non possiamo fare a meno di citare alcune localita’ che hanno nel tempo acquistato fama e che si distinguono per bellezza o particolarita’.

La spiaggia dei Maronti, lunga ed arcuata, che guida i bagnanti alla meravigliosa Sant’Angelo, che, a sua volta, ospita una caratteristica spiaggetta che con una lunga striscia di sabbia tra mare e mare unisce all’isola lo scoglio tondeggiante. Il comune di Forio si protende sul mare tra due spiagge, quella di Citara, rinomata per la bellezza e per le sue virtu’ terapeutiche, e quella di San Francesco.

La baia di San Montano, tra Forio e Lacco Ameno, ha caratteristiche particolari: raccolta e ben protetta dai venti offre un’acqua limpida e mediamente piu’ calda della media, con fondali estesi e sicuri. La spiaggia di Lacco Ameno ha visto sorgere negli anni ’60 le piu’ moderne attrezzature che si possano desiderare per una stazione balneare, con i suoi lussuosi alberghi sulla riva del mare.

Due spiagge appartate e suggestive, spesso gradite ai turisti, sono le spiagge di Cafiero (o “degli Inglesi”) e del “Bagnitiello”, a Casamicciola. Ischia Porto offre i suoi lidi confortevoli ed animati, la spiaggia “dei pescatori”, e la bellissima spiaggia di Cartaromana, che affaccia sulla baia che ospita anche il famoso Castello Aragonese.
Ricordiamo anche la caratteristica baia di Sorgeto, dove la bellezza del paesaggio e la fonte di acqua termale fa dimenticare i grossi ciottoli che sostituiscono la sabbia.

Oltre a quelle citate ci piace menzionare anche San Pancrazio e la “Scarrupata”, raggiungibili solo dal mare e per questo affollate da barche e yacht.

A PIEDI O IN BICICLETTA Ischia è un’isola piuttosto estesa (circa 80Km di rete stradale) ed è consigliabile spostarsi a piedi solo nei centri urbani o per le piacevoli passeggiate lungo i vari itinerari di campagna possibili.
Durante il periodo turistico il traffico stradale è notevole ed è sconsigliabile l’uso della bicicletta se non per gli spostamenti locali.

IN AUTO L’uso di un’auto propria e’ sempre possibile (attenzione al divieto di circolazione per le auto campane e per i conducenti residenti in Campania), ma Vi consigliamo di fare attenzione ai numerosi divieti di sosta dislocati nei centri urbani dove è opportuno parcheggiare in parcheggi pubblici o a pagamento. In alcuni comuni (e comunque in aree stradali ben delimitate) è concessa la sosta tramite esposizione di ticket prepagati del costo di circa 1 Euro e della validità di 60 minuti.
E’ ovviamente possibile noleggiare sul posto auto, ciclomotori o biciclette presso i numerosi servizi di autonoleggio presenti un po’ in tutti i comuni.

IN TAXI O AUTOBUS Piuttosto efficente è il servizio di trasporto pubblico, costituito da taxi, minitaxi Ape, pluriposti (il costo della corsa DEVE essere sempre controllato da un regolare TASSAMETRO) e dal servizio pubblico di autobus fornito dalla EAVBUS (ex SEPSA).

IL SERVIZIO PUBBLICO DI AUTOBUS

Il servizio pubblico di autobus collega in maniera piuttosto capillare i vari centri dell’isola con corse frequenti, la maggior parte delle quali hanno capolinea nel comune di Ischia nelle immediate vicinanze del porto. Il costo della singola corsa per i NON residenti (validità 90 minuti) è di 1.50 Euro, ma è possibile acquistare documenti di viaggio di validità estesa a prezzi vantaggiosi.
I biglietti sono acquistabili presso numerosissimi esercizi (principalmente edicole, bar, agenzie di viaggi e tabaccherie).

 

Scavi di Stabia

Scavi di Stabia con le stupende Villa San Marco e Villa Arianna!

Scavi di Stabia..da cui Stabiae è l’antico nome latino della città di Castellammare di Stabia, cittadina collocata tra Pompei e Sorrento…. a pochi minuti dal B&B !

Scavi di Stabia ….grazie alla sua splendida posizione geografica e al suo clima particolarmente mite, il suo territorio è stato frequentato sin dal VII secolo a.C.come documenta il materiale rinvenuto nella vasta necropoli, ricca di oltre trecento sepolture, scoperta in via Madonna delle Grazie.

L’importanza dei reperti rinvenuti rivela immediatamente l’importante ruolo commerciale svolto da questa città. L’abitato doveva trovarsi sull’estremità settentrionale della collina di Varano, da dove era possibile esercitare un controllo sia sullo scalo marittimo che sul nodo viario. Doveva trattarsi di un oppidum, cioè di una città fortificata di una certa importanza come si deduce dal fatto che Silla, comandante supremo dell’esercito romano nel corso della guerra sociale (91-88 a.C.), non si limitò ad occuparla (come fece per Pompei ed Ercolano), ma la distrusse militarmente e politicamente il 30 aprile dell’89 a.C. Sulla collina di Varano, in posizione panoramica, sorsero poi numerose ville d’otium, concepite prevalentemente a fini residenziali, con vasti quartieri abitativi, strutture termali, portici e ninfei splendidamente decorati.

Castellammare di Stabia (NA)
Via Passeggiata Archeologica
+39 081 8714541 +39 081 8575347

Villa San Marco - Atrio

 

 Il B&B Il Fauno dista solo 10 minuti dal Sito Archeologico di Stabia, facilmente raggiungibile sia in auto che con il treno della Circumvesuviana (a soli 500 metri dal B&B). Offriamo il transfer gratuito per la stazione della Circumvesuviana.

Puoi prenotare il tuo alloggio vicino Scavi di Stabia con conferma immediata cliccando qui e scegliendo la tua camera.

RICHIEDI DISPONIBILITÀ  PRENOTA ORA LA TUA CAMERA

Per prezzi e costi contattateci subito con un email.

Camera matrimoniale

Puoi anche richiedere la tua camera compilando il form in basso con tutti i dati. La seguente richiesta non è impegnativa. 

Dopo il suo invio, sarà contattato nel più breve tempo possibile. Grazie

Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*

Indicate di seguito tutte le vostre richieste con: il nome dell'offerta, la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età.

Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati personali.*per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci subito o invia un messaggio su Whatsapp / telegram : 327 3543655

 

 SCAVI DI STABIA – INFO

Il sito di Stabiae ha registrato 30.776 visitatori nel 2008, guadagnandosi il terzo posto per numero di visite tra gli scavi vesuviani, dietro a Pompei ed Ercolano: resta questo comunque un dato basso rispetto alle enormi potenzialità del sito.

Proprio per dare nuovo impulso all’archeologia stabiana sia il comune, sia diverse fondazioni, come la Restoring Ancient Stabiae (RAS), hanno proposto progetti per la realizzazione di un parco archeologico e di un museo che possa raccogliere le opere, le suppellettili e quant’altro rinvenuto dagli scavi della collina di Varano: molti reperti si trovano inoltre sparsi in diversi musei del mondo; la maggior parte è custodita al Museo archeologico nazionale di Napoli.

La Villa San Marco, risalente alla prima età augustea (fine I sec. a.C.), subì successive trasformazioni in età claudia. L’ingresso principale dalla strada, oggi interrato, dava su un cortile porticato da cui si accedeva al tablino e quindi all’atrio tetrastilo, su cui si aprono quattro cubicoli. Si accede quindi al quartiere termale, tramite un piccolo atrio la cui decorazione con scene di amorini lottatori e pugili fu rinnovata anch’essa in età claudia. Sontuoso doveva essere anche l’ambiente di rappresentanza della villa, con pareti rivestite di marmo nella parte inferiore e affrescate nella parte superiore.

Sempre sulla collina di Varano è visitabile la vicina Villa Arianna, così denominata per la grande pittura a soggetto mitologico rinvenuta nel triclinio. Lo scavo nel Settecento è stato condotto attraverso esplorazioni sotterranee, che prevedevano solo il recupero degli oggetti: le suppellettili e gli affreschi meglio conservati venivano prelevati e inviati al Museo Borbonico presso il Palazzo Reale di Portici (oggi al Museo Archeologico Nazionale di Napoli). La villa, la cui area scavata si estende per circa 2500 mq, ha una pianta complessa, sia perché frutto di successivi ampliamenti, sia perché si adatta alla conformazione della collina di cui segue l’andamento. È articolata in quattro nuclei essenziali: atrio e ambienti circostanti risalenti ad età tardo-repubblicana; ambienti di servizio e termali; ambienti ai lati del triclinio estivo, risalenti ad età neroniana; la grande palestra annessa alla villa in età flavia. Una lunga galleria, inoltre, partendo dalle rampe sottopassava gli ambienti residenziali per giungere nella parte rustica, dove vi era l’accesso alla villa dal pianoro di Varano. Gli apparati decorativi testimoniano non solo l’alto tenore di vita che qui doveva svolgersi, ma anche il gusto estremamente raffinato di una committenza altolocata ed esigente.

Orari e Info

Accesso
Via Passeggiata Archeologica, Castellammare di Stabia (Na)

Accesso scuole e modalità di prenotazione
Regolamento per i visitatori degli Scavi
Si invitano i visitatori ad organizzare la loro visita in modo da non introdurre bagagli ingombranti nell’area archeologica

La Carta dei Servizi

Orari
1° aprile – 31 ottobre:      tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 19.30 (ultimo ingresso ore 18.00)
1° novembre – 31 marzo: tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 17.00 (ultimo ingresso ore 15.30)

Come arrivare
Treno:
Circumvesuviana Napoli-Sorrento ( fermata Castellammare di Stabia – Via Nocera) + Bus 1 Rosso

Auto:
Autostrada A3 Napoli-Salerno ( uscita Castellammare di Stabia), proseguire  per SS145 (uscita Gragnano) e
via Passeggiata archeologica  Come arrivare in auto

Biglietti
La visita alle Ville di Stabia è gratuita

pompei.info@beniculturali.it
tel. 0818575347

Stabiae Impluvium Arianna

Santuario di Pompei e’ uno dei maggiori centri di devozione mariana d’Italia

Santuario di Pompei è tra i più importanti e visitati santuari mariani del mondo cattolico.. solo 1 km dal B&B

Santuario di Pompei e’ uno dei maggiori centri di devozione mariana d’Italia…la “nuova Pompei” è una città moderna e religiosa, ed è stata definita così dal suo laico credente fondatore, il Beato Bartolo Longo, che a partire dal 1876 con sua moglie, la contessa De Fusco, diede inizio alla costruzione del Santuario della Madonna del Rosario, terminato poi nel 1891.

Pompei duomo

Orari – La Basilica resta aperta:

  • nei giorni feriali dalle ore 6,15 alle ore 19,30
  • nei giorni festivi dalle ore 5,45 alle ore 20,30

Orari – Il Campanile resta aperto:

  • mattino – tutti i giorni, escluso il venerdì, dalle 9.00 alle 13.00
  • pomeriggio – tutti i giorni, escluso il venerdì, dalle 15.00 alle 18.00

Orario delle Messe – Giorni Feriali :
Altare della Madonna
Sante Messe 07.00 (con Lodi) – 08.00 – 09.00 – 10.00 – 11.00 – 16.00 – 17.00 – 19.00 (con Vespri)
Rosario 12.15 – 18.00

Cappella del Beato Bartolo Longo
Sante Messe: 06.30 – 08.30 – 09.30 – 10.30 – 11.30 – 12.30 – 17.30

Oraio delle Messe – Giorni Festivi :
Altare della Madonna
Sante Messe 06.00 – 07.00 – 08.00 – 09.00 – 10.00 – 11.00 – 13.00 – 16.00 – 17.00 – 19.00 – 20.00
Rosario 18.00

Cappella del Beato Bartolo Longo
Sante Messe: 08.30 – 09.30 – 10.30 – 11.30 – 12.30 – 17.30

Beata Vergine del Rosario (Pompei) 08

 

 Il B&B Il Fauno a solo 1 Km dal Santuario di Pompei, raggiungibile in auto/treno oppure a piedi in pochi minuti. La stazione circumvesuviana è a solo 500 metri .

Puoi prenotare il tuo alloggio vicino Santuario di Pompei con conferma immediata cliccando qui e scegliendo la tua camera.

RICHIEDI DISPONIBILITÀ  PRENOTA ORA LA TUA CAMERA

Per prezzi e costi contattateci subito con un email.

Camera matrimoniale

Puoi anche richiedere la tua camera compilando il form in basso con tutti i dati. La seguente richiesta non è impegnativa. 

Dopo il suo invio, sarà contattato nel più breve tempo possibile. Grazie

Nome*
Cognome*
Email*
Telefono*

Indicate di seguito tutte le vostre richieste con: il nome dell'offerta, la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età.

Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati personali.*per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci subito o invia un messaggio su Whatsapp / telegram : 327 3543655

VISITARE SANTUARIO DI POMPEI

Iniziato l’8 Maggio 1876 su disegno di Antonio Cua e compiuto nel 1891, fu poi ampliato nel 1933-39 su progetto dell’ing. Mons. Spirito Chiappetta.
Il Santuario ha titolo di Basilica Pontificia ed e’ retto da un Delegato Pontificio, coadiuvato da un Consiglio di Amministrazione.
L’interno, ricco di marmiaffreschi emosaici, e’ a croce latina a tre navate con grandiosa cupola (57 m.) su 4 pilastri, transetto a 3 navate e deambulatorio attorno al presbiterio.
Entrando in Basilica dalla porta centrale, si passa sotto la monumentale e ricchisssima cantoria opera dell’arch. Giovanni Rispoli, con bellissimi intagli, sede di uno dei migliori organi, costruito dalla ditta del Cav. Pacifico Inzoli di Crema ed inaugurato l’8 maggio 1890. È stato successivamente ingrandito.
Sull’Altare maggiore e’ la veneratissima Madonna di Pompei, tela seicentesca, della scuola di Luca Giordano, restaurata nel 1965, adorna di gemme e racchiusa entro una ricca cornice di bronzo; attorniata dai Misteri del Rosario, dipinti su rame da Vincenzo Paliotti.
Le cappellette laterali del tempio sono dedicate a Santi particolarmente venerati nel Santuario; nella volta (catino) sono rappresentati i misteri del Rosario realizzati in mosaico dalla Scuola Vaticana.

La supplica alla Madonna di Pompei è una pratica devozionale cattolica che viene recitata l’8 maggio e la prima domenica di ottobre davanti all’immagine della Madonna di Pompei. La tela originale è attribuita alla scuola di Luca Giordano ed è un’opera del Seicento. Questa immagine è ora divenuta estremamente popolare e diffusa in tutto il mondo, soprattutto nell’Italia meridionale e tra gli emigranti italiani.madonna-del-rosario-di-pompei

Il quadro rappresenta la Madonna del Rosario che offre appunto un rosario a San Domenico Guzman fondatore dell’ordine domenicano, particolarmente legato al culto del rosario, e a santa Caterina da Siena.

Parrocchie e santuari dedicati alla Madonna di Pompei, e quindi centri dove è uso la pratica della supplica sono segnalati:

  • negli Stati Uniti (New York, Chicago, Providence, Lancaster)
  • in Canada (Vancouver, Montreal),
  • in Argentina, Brasile, Venezuela, Uruguay

Il culto fu introdotto da Bartolo Longo, e in breve tempo acquistò fama internazionale, per i prodigi verificatisi. Dopo la sua morte si aprì la causa di beatificazione che terminò nel 1980 con esito positivo per cui è attualmente Beato; mentre è tuttora in corso la causa di canonizzazione. La Basilica Pontificia, ricca di ex voto, è una delle mete italiane più frequentate per pellegrinaggi per impetrare grazie. L’importanza della pratica devozionale ha indotto la Santa Sede a creare la Prelatura territoriale di Pompei, una delle sole due prelatureesistenti in Italia (l’altra è Loreto).

Il testo della supplica ha subito diversi ritocchi negli anni seguenti al Concilio Vaticano II, anni nei quali si è rivisto il testo e sono stati eliminati gli accenti più sinceri della spiritualità del beato Bartolo Longo. È tuttavia ancora molto facile trovarla, a stampa, nell’edizione originale.

Museo del Santuario
Sono esposti oggetti pervenuti in dono. Al centro della Sala un artistico presepe napoletano con pastori dell’800.
Aperto dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30.

Il Villino
Sono esposti oggetti pervenuti in dono. Al centro della Sala un artistico presepe napoletano con pastori dell’800.
Aperto dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.30.

Cripta: Vi si accede da due porte, poste a destra e a sinistra dell’Altare Maggiore. Al centro, dietro l’altare, dipinti murali eseguiti dal Casaril (1966), ai lati due statue marmoree simboleggianti l’orazione mentale e l’orazione vocale. Sul lato destro un Crocifisso e una Statua dell’Addolorata, appartenute a Bartolo Longo.

Orari:
Mattino: dalle 8.00 alle 13.00

Pomeriggio:
Ottobre/Aprile dalle 15.30 alle 18.00
Maggio/Settembre dalle 16.00 alle 18.30

 

 

Supplica
Si celebra l’8 maggio e la prima domenica di ottobre. Antivigilia: ore 18.30 venerazioni dell’immagine della Madonna Vigilia: dalle ore 20.00 veglia di preghiera. A mezzanotte CelebrazioneEucaristica Festa: ore 11.00 S. Messa solenne e recita della Supplica alla Madonna

Quindici Sabati
E’ devozione tipica di Pompei ispirata alla meditazione e recita del Rosario. Si pratica due volte all’anno, in preparazione alla festa della Supplica, alle ore 17.45.

13 Novembre
E’ la data di nascita della nuova Pompei perchè in quel giorno del 1875 vi fu portata l’Immagine della Madonna. Discesa e Venerazione del quadro.

Festa del Beato B. Longo
Si celebra il 5 ottobre, giorno della sua morte. Programma preparato di anno in anno.

Mese di Maggio e di Ottobre
Particolare rilievo viene dato a questi due mesi tanto cari ai devoti della Madonna . Numerosi i pellegrininaggi: è bene prenotarsi. Al 31 maggio si svolge la processione dal Santuario a Piazza dell’Immacolata.

Chiusura del Quadro
Da lunga tradizione, al termine della giornata, l’Immagine della Madonna viene coperta da una pesante lastra di acciaio, mentre i fedeli Le rivolgono un canto di saluto.

Via Crucis
Durante i Venerdi di Quaresima si pratica, in Santuario, il pio esercizio della Via Crucis, alle 17.45. Il venerdi prima della Domenica delle Palme, si svolge in forma solenne nel Piazzale Giovanni XXIII, alle ore 17.00. Ai pellegrini organizzati si concede di poter compiere il pio esercizio nel Piazzale Giovanni XXIII, previo accordo con il Rettore del Santuario, anche in altri tempi dell’anno.

Tempo di Natale
25 dicembre: Natale del Signore. Alla mezzanotte: S. Messa e Processione con l’immagine di Gesù Bambino dal Santuario al presepe presso L’Istituto B. Longo. Ore 11.00 S. Messa solenne. 31 dicembre: Ringraziamento di fine d’anno. Ore 17.00 S.Messa. 1 gennaio: Maria SS. Madre di Dio. Giornata mondiale della Pace. Ore 11.00 S. Messa Solenne. 6 gennaio: Epifania del Signore. Ore 18.30 S. Messa solenne e Bacio dell’Immagine di Gesù Bambino.

Settimana Santa e Pasqua
Domenica delle Palme
Ore 10.30: Piazzale Giovanni XXIII. Commemorazione dell’ingresso del Signore in Gerusalemme: Benedizione delle Palme, Processione al Santuario, Celebrazione della S. Messa.

Giovedi Santo
Ore 10.00 Concelebrazione Eucaristica e Benedizione degli Oli Santi.
Ore 18.00 Concelebrazione Eucaristica, Commemorazione della Cena del Signore.
Ore 21.00 Adorazione del SS. Sacramento.

Venerdi Santo
Ore 18.00 Celebrazione della Passione del Signore.

Adorazione della S. Croce, S. Comunione.
Processione con la statua di Gesù morto, in Piazza Bartolo Longo. Potrà essere sostituita dalla devota rappresentazione della Passione del Signore.

Sabato Santo
Ore 10.00 Veglia di preghiera in onore della Madonna Addolorata.
Ore 23.00 Veglia pasquale nella Notte Santa.

Domenica di Pasqua
Ore 11.00 Santa Messa Solenne.

Unità dei Cristiani
La settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani viene celebrata dal 18 al 25 di gennaio, alle ore 17.45. Il giorno 17 è dedicato agli Ebrei.

Feste Mariane
Le Feste Mariane vengono ricordate con particolare solennità e quella dell’Immacolata è preceduta dalla Novena, ore 17.45.

Santuario di Pompei