rovine di stabia

Stabia svelata, una mostra per valorizzare il patrimonio archeologico dell’antica Stabia

Presso il Multisala Montil, nel cuore di Castellammare di Stabia (NA), dal 9 novembre al 9 dicembre 2012 rimane aperta al pubblico la mostra “Stabia Svelata”, che propone le ville di Stabia, le nuove scoperte, i risultati delle ultime ricerche scientifiche attraverso filmati storici, ricostruzioni virtuali, foto, documenti d’epoca, calchi di oggetti e arredi.

Saranno illustrate al pubblico le diverse attività realizzate dalla SANP (Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei) negli ultimi 10 anni, nel campo della tutela e valorizzazione del sito di Stabiae.

L’esposizione nasce come occasione di promozione e di valorizzazione del patrimonio archeologico dell’antica Stabia, la terza località sepolta dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. assieme a Pompei ed Ercolano, il cui territorio anticamente si estendeva negli attuali comuni di Castellammare di Stabia, Gragnano, Santa Maria la Carità, Sant’Antonio Abate, Casola di Napoli e Lettere. Di questo grande patrimonio sono oggi fruibili per il pubblico tre  ville residenziali appartenute a esponenti dell’aristocrazia romana del I sec. d.C., ubicate in località Varano ed una villa rustica nel comune di Sant’Antonio Abate.

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 8 Km dall’Evento di Castellammare di Stabia ( circa 15 minuti con auto, treno, bus) ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi) e parcheggio interno gratuito. Gli Scavi di Stabiae vi aspettano!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Copia mosaico Europa

La mostra è divisa in più  sezioni: Dallo scavo borbonico alle scoperte degli ultimi 12 anni; Riproduzioni degli affreschi; I calchi dei gocciolatoi dell’impluvio e dell’arredo del giardino  di Villa S. Marco; Video-installazioni virtuali, realizzate e proiettate grazie alla  collaborazione con il MAV di Ercolano; I filmati d’epoca e La memoria del Comitato e si completa con il riallestimento di pannelli didattici e informativi presso Villa San Marco e Villa Arianna.

La mostra è promossa dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei (SANP) e dal “Comitato per gli Scavi di Stabia” .

Data Inizio:09 novembre 2012
Data Fine: 09 dicembre 2012
Luogo: Castellammare di Stabia, Multisala Montil
Telefono: 0818575327

Scavi di Stabia

Scavi di Stabia con le stupende Villa San Marco e Villa Arianna!

Scavi di Stabia..da cui Stabiae è l’antico nome latino della città di Castellammare di Stabia, cittadina collocata tra Pompei e Sorrento…. a pochi minuti dal B&B !

Scavi di Stabia

Grazie alla sua splendida posizione geografica e al suo clima particolarmente mite, il suo territorio è stato frequentato sin dal VII secolo a.C.come documenta il materiale rinvenuto nella vasta necropoli, ricca di oltre trecento sepolture, scoperta in via Madonna delle Grazie.

L’importanza dei reperti rinvenuti rivela immediatamente l’importante ruolo commerciale svolto da questa città. L’abitato doveva trovarsi sull’estremità settentrionale della collina di Varano, da dove era possibile esercitare un controllo sia sullo scalo marittimo che sul nodo viario. Doveva trattarsi di un oppidum, cioè di una città fortificata di una certa importanza come si deduce dal fatto che Silla, comandante supremo dell’esercito romano nel corso della guerra sociale (91-88 a.C.), non si limitò ad occuparla (come fece per Pompei ed Ercolano), ma la distrusse militarmente e politicamente il 30 aprile dell’89 a.C. Sulla collina di Varano, in posizione panoramica, sorsero poi numerose ville d’otium, concepite prevalentemente a fini residenziali, con vasti quartieri abitativi, strutture termali, portici e ninfei splendidamente decorati.

Castellammare di Stabia (NA)
Via Passeggiata Archeologica
+39 081 8714541 +39 081 8575347

Villa San Marco - Atrio

 

 Il B&B Il Fauno dista solo 10 minuti dal Sito Archeologico di Stabia, facilmente raggiungibile sia in auto che con il treno della Circumvesuviana (a soli 500 metri dal B&B). Offriamo il transfer gratuito per la stazione della Circumvesuviana.

Solo prenotando direttamente sul nostro sito potrai avere numerosi vantaggi.

Puoi prenotare il tuo alloggio online con conferma immediata cliccando qui e scegliendo la tua camera.

Prenota Ora la tua camera

Scavi di Stabia

Puoi anche richiedere la tua camera compilando il form in basso con tutti i dati. La seguente richiesta non è impegnativa. 

Dopo il suo invio, sarà contattato nel più breve tempo possibile. Grazie

    Nome*
    Cognome*
    Email*
    Telefono*

    Indicate di seguito tutte le vostre richieste con: il nome dell'offerta, la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età.

    Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati personali.*per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

     Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci subito o invia un messaggio su Whatsapp / telegram : 327 3543655

     

     SCAVI DI STABIA – INFO

    Il sito di Stabiae ha registrato 30.776 visitatori nel 2008, guadagnandosi il terzo posto per numero di visite tra gli scavi vesuviani, dietro a Pompei ed Ercolano: resta questo comunque un dato basso rispetto alle enormi potenzialità del sito.

    Proprio per dare nuovo impulso all’archeologia stabiana sia il comune, sia diverse fondazioni, come la Restoring Ancient Stabiae (RAS), hanno proposto progetti per la realizzazione di un parco archeologico e di un museo che possa raccogliere le opere, le suppellettili e quant’altro rinvenuto dagli scavi della collina di Varano: molti reperti si trovano inoltre sparsi in diversi musei del mondo; la maggior parte è custodita al Museo archeologico nazionale di Napoli.

    La Villa San Marco

    Risalente alla prima età augustea (fine I sec. a.C.), subì successive trasformazioni in età claudia. L’ingresso principale dalla strada, oggi interrato, dava su un cortile porticato da cui si accedeva al tablino e quindi all’atrio tetrastilo, su cui si aprono quattro cubicoli. Si accede quindi al quartiere termale, tramite un piccolo atrio la cui decorazione con scene di amorini lottatori e pugili fu rinnovata anch’essa in età claudia. Sontuoso doveva essere anche l’ambiente di rappresentanza della villa, con pareti rivestite di marmo nella parte inferiore e affrescate nella parte superiore.

    Sempre sulla collina di Varano è visitabile la vicina Villa Arianna, così denominata per la grande pittura a soggetto mitologico rinvenuta nel triclinio.

    Lo scavo nel Settecento è stato condotto attraverso esplorazioni sotterranee, che prevedevano solo il recupero degli oggetti: le suppellettili e gli affreschi meglio conservati venivano prelevati e inviati al Museo Borbonico presso il Palazzo Reale di Portici (oggi al Museo Archeologico Nazionale di Napoli).

    La villa, la cui area scavata si estende per circa 2500 mq, ha una pianta complessa, sia perché frutto di successivi ampliamenti, sia perché si adatta alla conformazione della collina di cui segue l’andamento.

    È articolata in quattro nuclei essenziali: atrio e ambienti circostanti risalenti ad età tardo-repubblicana; ambienti di servizio e termali; ambienti ai lati del triclinio estivo, risalenti ad età neroniana; la grande palestra annessa alla villa in età flavia.

    Una lunga galleria, inoltre, partendo dalle rampe sottopassava gli ambienti residenziali per giungere nella parte rustica, dove vi era l’accesso alla villa dal pianoro di Varano. Gli apparati decorativi testimoniano non solo l’alto tenore di vita che qui doveva svolgersi, ma anche il gusto estremamente raffinato di una committenza altolocata ed esigente.

    Orari e Info

    Accesso
    Via Passeggiata Archeologica, Castellammare di Stabia (Na)

    Accesso scuole e modalità di prenotazione
    Regolamento per i visitatori degli Scavi
    Si invitano i visitatori ad organizzare la loro visita in modo da non introdurre bagagli ingombranti nell’area archeologica

    La Carta dei Servizi

    Orari
    1° aprile – 31 ottobre:      tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 19.30 (ultimo ingresso ore 18.00)
    1° novembre – 31 marzo: tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 17.00 (ultimo ingresso ore 15.30)

    Come arrivare
    Treno:
    Circumvesuviana Napoli-Sorrento ( fermata Castellammare di Stabia – Via Nocera) + Bus 1 Rosso

    Auto:
    Autostrada A3 Napoli-Salerno ( uscita Castellammare di Stabia), proseguire  per SS145 (uscita Gragnano) e
    via Passeggiata archeologica  Come arrivare in auto

    Biglietti
    La visita alle Ville di Stabia è gratuita

    pompei.info@beniculturali.it
    tel. 0818575347

    Stabiae Impluvium Arianna

    PRENOTARE DIRETTAMENTE CONVIENE!

    Solo prenotando direttamente sul nostro sito potrai avere numerosi vantaggi.

    Su questo sito, in ogni periodo dell’anno sono disponibili delle offerte solo per i clienti che prenoteranno attraverso questo canale ma senza mai abbassare gli standard di un servizio di qualità.

    • Migliore tariffa garantita
    • Colazione a 5 €
    • Pacchetti e offerte esclusive
    • Piscina esterna
    • Minibar gratuito
    • Welcome Drink

    Prenota ora la tua camera

    •  Check-in rapido
    • Deposito bagagli gratis
    • Tv Led con Netflix
    • Codici sconto per future prenotazioni
    • Aria condizionata
    • WiFi veloce