rovine di pompei

Pompei Gratis domenica 7 febbraio 2016, prenota ora la tua camera

Pompei Gratis domenica 7 febbraio 2016, prenota ora la tua camera!

Pompei Gratis domenica 7 febbraio 2016, prenota ora la tua camera e visita il sito archeologico più importante al mondo con le nuove domus appena restaurate.

Oltre a Pompei, per una #DomenicalMuseo, tutti i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente.

Orari

– Dal 1 aprile al 31 ottobre, Pompei Scavi9.00 – 19.30(ultimo ingresso 18.00) – Ercolano, Oplontis e Stabia:8.30 – 19.30 (ultimo ingresso 18.00)
– Dal 1 novembre al 31 marzo, Pompei Scavi9.00 – 17.00(ultimo ingresso 15.30) – Ercolano, Oplontis e Sabia8.30 – 17.00 (ultimo ingresso 15.30)
– Boscoreale: dal 1 novembre al 31 marzo: 8.30 – 18.30(ultimo ingresso 17.00)

Passeggiare per gli scavi pompeiani è un esperienza unica. È come compiere un viaggio nel tempo: si respira l’atmosfera della vita nell’antichità. Quella pubblica, e soprattutto quella privata. …ma un bel giorno d’estate tutto fini!

Segui Scavi di Pompei su facebook!

pompei gratis domenica 7 febbraio

Pompei

Prenota ora la tua camera!

 Disponiamo di camere e appartamenti situati a solo 1 km dal sito archeologico di Pompei e a poca distanza dagli altri siti vesuviani ..Prenota subito la nostra offerta!! Camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi, riscaldamento), parcheggio interno gratuito e ricca colazione (anche senza glutine)!

OFFERTA Pompei Gratis domenica 7 febbraio

Offerta Pompei Gratis domenica 7 febbraio*:  Minimo 1 Notte a scelta in camera matrimoniale/tripla/quadrupla/ appartamenti

*Validità Offerta Pompei Gratis domenica 7 febbraio : dal 1 al 07 Febbraio 2016 

pompei gratis domenica 7 febbraio

1 km da Pompei

INCLUSO nell’OFFERTA: 

  • Welcome Drink di Benvenuto
  • Parcheggio interno gratuito 
  • Connessione internet WIFI 
  • Ricca colazione (anche senza glutine)

Prenota Online !

 Puoi anche richiedere l’offerta Pompei Gratis domenica 7 febbraio compilando il form sotto ( rispondiamo subito in poche ore!!)

Il tuo nome*

La tua email*

Indicate tutte le vostre richieste con: il nome dell'offerta, la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età. la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età.

Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati personali.*per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci subito o invia un messaggio su Whatsapp / telegram : 327 3543655!

 

Segui il B&B su Facebook per restare aggiornati sulle Novità e offerte!!

Domenica 7 Dicembre Pompei, Ercolano e tutti i Musei saranno GRATIS

Domenica 7 Dicembre durante il Ponte dell’Immacolata…tutti i musei, siti archeologici saranno aperti GRATUITAMENTE!!

È la prima applicazione della norma del decreto Franceschini, entrata in vigore dal primo luglio, che, come cita una nota del MIBACT, stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, monumenti, scavi, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 1 km dal sito archeologico di Pompei e a poca distanza da Ercolano ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi, riscaldamento ) ,parcheggio interno gratuito e ricca colazione (anche senza glutine)!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Domenica al Museo, Pompei Gratis

 

Segui Scavi di Pompei su Facebook per restare aggiornati sulle Novità del sito archeologico!!

Domenica 7 Dicembre i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente.

Le norme incluse nel nuovo decreto ministeriale nascono dall’esigenza, come espresso dal ministro Dario Franceschini, di adottare una politica di gestione del patrimonio culturale maggiormente in linea con la visione europea.

Azioni, quindi, atte a garantire la migliore e la maggiore fruibilità dei luoghi di cultura italiani. Fruibilità che registra dati nettamente inferiori rispetto ai musei stranieri.

Partecipano all’iniziativa anche gli Scavi di Pompei, Ercolano, Oplonti e Antiquarium di Boscoreale.

Tra i luoghi di cultura statali visitabili gratuitamente in Campania si ricordano:

  • Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Palazzo Reale di Napoli
  • Certosa e Museo di San Martino
  • Museo Pignatelli
  • Museo di Capodimonte
  • Castel Sant’Elmo
  • Museo Duca di Martina
  • Scavi di Pompei
  • Ercolano
  • Reggia di Caserta

Per un elenco completo di tutti i musei e le aree archeologiche campane che partecipano all’iniziativa, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del Ministero.

Da Pompei spunta una nuova scena di vita, un flashback dalla bottega di un vasaio

Pompei, fotogramma prima dell’eruzione
In bottega, vasi prima d’essere infornati..

Nel quartiere delle ceramiche. La Soprintendenza: «Ritrovamento sorprendente, mai fatto prima»
Nemmeno un soldo italiano, scavo finanziato dai francesi

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 1 km dal sito archeologico di Pompei  ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi ) ,parcheggio interno gratuito e ricca colazione (anche senza glutine)!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

SCOPERTA SORPRENDENTE, BOTTEGA del vasaio

 

Segui Scavi di Pompei su Facebook per restare aggiornati sulle Novità del sito archeologico!!

La vita fermata nel fotogramma prima dell’eruzione. Da Pompei spunta una nuova scena di vita, un flashback dalla bottega di un vasaio.
L’artigiano aveva appena finito di preparare vasi in argilla cruda, pronti per essere infornati. Ma a bruciare all’improvviso fu tutta la città.

Un ritrovamento del genere non era mai stato fatto prima e ora si deve a recenti indagini condotte dalla Soprintendenza con la collaborazione del Centre Jean Bérard e dell’École Française de Rome e dedicate all’”Artigianato e all’Economia a Pompei”, sotto la guida di Laëtitia Cavassa, con la collaborazione di Bastien Lemaire.
Il programma di ricerca è iniziato dieci anni fa si sta ora occupando dell’area nei pressi della necropoli Porta Ercolano, immediatamente fuori le mura della città. Gli obiettivi sono diretti a documentare l’attività artigianale dei ceramisti dell’epoca.
La fornace era già stata esplorata nel 1838 ma ora è possibile approfondire la tipologia della produzione, la data di inizio dell’attività e gli spazi di lavoro della bottega, dal tornio del vasaio ai bacini di decantazione.

SCOPERTA SORPRENDENTE

La Soprintendenza definisce le scoperte «sorprendenti». «A pochi metri dalla fornace – descrive una nota – è stato rilevato un livello di lapilli del 79 d.c. che rinchiudeva, proteggendoli, una decina di vasi non ancora cotti. Una prova diretta che la bottega era in piena attività in quel giorno. Si tratta di boccalini a parete sottile, usati per bere o contenere alimenti, decorati con piccole incisioni e ingobbiati; i cosidetti “pignattini” descritti dagli scavatori dell’800 nei giornali di scavo dell’epoca».
Poco distante è stata trovata una sala di lavoro per la tornitura dei vasi con quattro torni di vasai, anfore contenenti resti di argilla cruda, vasi crudi caduti da una mensola e una serie di attrezzi. Si tratta di «elementi finora mai documentati e fondamentali per la conoscenza della lavorazione della ceramica e delle tecniche usate degli antichi nell’ars figulina (della ceramica) durante il I sec d.C. ».

 

SCAVO TUTTO FRANCESE

Il quartiere delle ceramiche ha rivelato anche una seconda e una terza bottega con altre due fornaci, anche esse utilizzate per la produzione di ceramica a pareti sottili.
Neanche un soldo italiano per questa ricerca che è stata finanziata dal Ministero degli Affari Esteri Francese tramite il Centre Jean Bérard di Napoli, con il finanziamento di mecenati francesi privati.

 

Domenica 2 Novembre ingresso Gratuito Scavi di Pompei, Ercolano

Domenica 2 Novembre tutti i musei, siti archeologici aperti GRATUITAMENTE..

È la prima applicazione della norma del decreto Franceschini, entrata in vigore dal primo luglio, che, come cita una nota del MIBACT, stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, monumenti, scavi, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 1 km dal sito archeologico di Pompei e a poca distanza da Ercolano  ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi ) ,parcheggio interno gratuito e ricca colazione (anche senza glutine)!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Domenica al Museo, Pompei Gratis

 

Segui Scavi di Pompei su Facebook per restare aggiornati sulle Novità del sito archeologico!!

Domenica 2 Novembre i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente.

Le norme incluse nel nuovo decreto ministeriale nascono dall’esigenza, come espresso dal ministro Dario Franceschini, di adottare una politica di gestione del patrimonio culturale maggiormente in linea con la visione europea.

Azioni, quindi, atte a garantire la migliore e la maggiore fruibilità dei luoghi di cultura italiani. Fruibilità che registra dati nettamente inferiori rispetto ai musei stranieri.

Partecipano all’iniziativa anche gli Scavi di Pompei, Ercolano, Oplonti e Antiquarium di Boscoreale.

Tra i luoghi di cultura statali visitabili gratuitamente in Campania si ricordano:

  • Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Palazzo Reale di Napoli
  • Certosa e Museo di San Martino
  • Museo Pignatelli
  • Museo di Capodimonte
  • Castel Sant’Elmo
  • Museo Duca di Martina
  • Scavi di Pompei
  • Ercolano
  • Reggia di Caserta

Per un elenco completo di tutti i musei e le aree archeologiche campane che partecipano all’iniziativa, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del Ministero.

Una-domenica-al-museo-pompei-gratis

Il mosaico di Cave Canem torna a splendere a Pompei

Torna a risplendere il famoso mosaico Cave Canem…ultime camere in last minute vicino gli Scavi!!

Meraviglia e stupore negli occhi dei visitatori degli scavi di Pompei allorché dopo le quattro del pomeriggio, terminati gli interventi di restauro, appare in tutta la sua bellezza uno dei mosaici più famosi al mondo: quello conosciuto come del «CAVE CANEM».

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a 1 km dal sito Archeologico di Pompei e a breve distanza dagli altri siti archeologici ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi e colazione) ,parcheggio interno gratuito e piscina esterna con solarium!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Restauro Cave Canem Pompei

 

Seguici su Facebook per restare aggiornati sulle Novità e le offerte del B&B!!

Meraviglia e stupore negli occhi dei visitatori degli scavi di Pompei allorché dopo le quattro del pomeriggio, terminati gli interventi di restauro, appare in tutta la sua bellezza uno dei mosaici più famosi al mondo: quello conosciuto come del «CAVE CANEM».

Il prezioso quadretto, che mostra un cane di pelo nero, lungo, nell’atto di ringhiare contro i malintenzionati che volessero penetrare nella casa, si trova all’ingresso della domus detta «del Poeta Tragico», situata proprio di fronte alle terme centrali della città antica. Il mosaico, che è in fase di restauro, era in pessime condizioni da tempo. Presentava numerose tessere staccate dal piano d’appoggio ed era quasi del tutto ricoperto da una patina di sporco, derivata per lo più da microrganismi che non solo ricoprivano i tasselli di marmo ma li rendevano anche estremamente fragili.

Proprio per non privare i turisti della vista di un reperto tanto famoso, la Soprintendenza ha deciso di renderlo visibile anche nei fine settimana e nei giorni di festa, allorché i lavori di restauro sono fermi.

CASA-DEL-POETA-TRAGICO-CON-FASE--RESTAURO-MOSAICO-CAVE-CANEM--1-

 

Pasqua a Pompei e nei Siti Vesuviani

Apertura speciale Domus Pompei, camere in last minute!!

LDomus di Trittolemo, Romolo e Remo, Marco Lucrezio Frontone saranno aperte al pubblico fino al 30 Aprile.

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a 1 km dal sito Archeologico di Pompei e a breve distanza da Ercolano, Napoli, Sorrento, Capri e Costiera Amalfitana ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi e colazione) ,parcheggio interno gratuito e piscina esterna con solarium!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Orari delle nuove Domus aperte fino al 30 Aprile

 

Seguici su Facebook per restare aggiornati sulle Novità e le offerte del B&B!!

ORARI DI APERTURA FINO AL 30 APRILE

Le Domus di Trittolemo, Romolo e Remo, Marco Lucrezio Frontone saranno aperte al pubblico secondo i seguenti

casa-del-criptoportico-pompei

orari:

Fino a lunedì 21 aprile (incluso)
Saranno aperte tutte e tre le Domus dalle ore 8,30 alle ore 19,30 

Dal 22 aprile al 30 aprile (incluso)
– Domus di Trittolemo e  Domus di Romolo e Remo:  aperte dalle ore 8,30 alle ore 13,00
– Domus di Marco Lucrezio Frontone :  aperta dalle 13,00 alle 19,30

* La visita delle tre Domus rientra nel circuito ordinario, pertanto non occorre alcuna prenotazione.

Pianta_domus

 

A – Domus di Marco Lucrezio Frontone
B – Domus di Trittolemo
C – Domus di Romolo e Remo

Scarica le Brochure:

Pompei, a Pasqua 3 grandi domus riaprono al pubblico

A Pasqua riaprono a Pompei 3 grandi Domus.

Il Mibact annuncia l’accelerazione del Grande Progetto Pompei e nuovi itinerari “on demand”.

[/googlefont]

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 1 km dall’entrata principale degli Scavi di Pompei ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi , parcheggio, colazione) e piscina esterna con solarium!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Le Ville mai viste a Pompei

 

Seguici su Facebook per restare aggiornati sulle Novità!!

Il Ministero dei Beni culturali annuncia la riapertura di tre importanti domus in occasione delle festività di Pasqua: lafoto pompei -  Casa di Marco Lucrezio Frontone casa di Trittolemo, quella di Romolo e Remo, con il giardino decorato con le pitture sui toni del porpora e del grigio, e la dimora del politico Marco Lucrezio Frontone. 

Quest’ultima «forse la casa più bella di Pompei – secondo il nuovo soprintendente Massimo Osanna – con un ambiente architettonicamente complesso e pitture di straordinaria qualità».

Percorsi on demand. Sono stati anche pensati itinerari «on demand», ideati per ogni categoria di turisti, da quelli che non hanno molto tempo a disposizione agli addetti ai lavori: «Stiamo cercando di fare tutto quello che il grande pubblico si attende da noi», prosegue Osanna «permettendo l’apertura di quello che si può aprire in sicurezza. L’idea è di garantire aperture ad orari delle domus più importanti in modo che il turista, debitamente informato da un tabellone all’ingresso, si possa costruire la propria giornata di visita e il proprio itinerario modulandolo sulle sue curiosità e sul tempo che ha disposizione».

Altri lavori in corso: 

Fra gli ultimi lavori intrapresi, il restauro del Cave Canem, il mosaico icona del sito che orna il pavimento foto pompei - Casa di Trittolemod’ingresso della Casa del Poeta Tragico, il cui termine è previsto entro l’estate del 2014.

La Casa dei Vettii. Anche la Casa dei Vettii è prossima alla riapertura: «Il restauro della domus è previsto dal Grande Progetto – spiega Osanna – ma abbiamo deciso di anticipare i tempi e riaprire i cancelli accogliendo il pubblico nei locali non pericolosi, che sono il cuore della dimora, di cui fa parte anche l’atrio con l’affresco del priapo dal grande fallo».

 

Riapre la Casa del Criptoportico a Pompei dopo un lungo restauro

Grande Progetto Pompei: riapre la prima domus!

Dopo un’anno di restauro riapre per il momento agli addetti ai lavori la “Casa del Criptoportico”!!

 

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 1 km dall’entrata principale degli Scavi di Pompei ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi e colazione) e parcheggio interno gratuito!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Riapre la Domus Criptoportico

 

Seguici su Facebook per restare aggiornati sulle Novità!!

Planimetria-domus-criptoportico-pompeiRiapre la «Casa del Criptoportico», a Pompei. Dopo un anno di restauri, il cantiere, venerdì termina i lavori. Il cantiere, la casa, che per adesso è aperto solo agli addetti ai lavori, una volta sgomberato sarà presentato in pompa magna. Non si esclude che per l’occasione possano arrivare esponenti del governo. La conclusione del recupero della domus «del Criptoportico», ha anche un altro significato: è il primo cantiere del «Grande progetto Pompei» ad essere portato a termine, e dunque è una promozione, a costo zero, della capacità italiana di saper essere rigorosi e seri, da giocarsi sullo scacchiere internazionale, per il futuro.

Insomma, quella «Casa del Criptoportico», la domus il cui ingresso affaccia su via dell’Abbondanza, la strada principale della città antica, che entro la fine di questa settimana sarà riconsegnata perfettamente recuperata alla Soprintendenza e all’archeologia tutta, è certamente qualcosa di cui menare vanto, dopo gli anni «terribili» vissuti da Pompei.

Il costo dell’intervento è stato di 304mila euro, centesimo più, centesimo meno. Comprensivo, ovviamente, anche degli oneri per la sicurezza, pari a circa 8mila euro. L’appalto, assegnato alla ditta «Perillo costruzioni», venne aggiudicato con un ribasso di circa il 57%. Questo significa anche che, stando così le cose, con i 105 milioni di euro stanziati dall’Unione europea per mettere in sicurezza Pompei, si potrebbe puntare alla salvezza di un numero più o meno doppio di edifici dell’area archeologica.

casa-del-criptoportico-pompei

La Casa del Criptoportico

 

La Casa del Criptoportico è ubicata nell’Insula 6 della Regio I, con ingresso principale da Via dell’Abbondanza al civico 2. Fu Crtipto_anfore_130405103041portata in luce a più riprese, tra il 1911 e il 1914 nel corso degli scavi diretti da Vittorio Spinazzola, e tra il 1927 e il 1930 sotto la direzione di Amedeo Maiuri.
Edificata nel III secolo a.C., la domus arrivò a comprendere, nel II secolo a.C., anche gli ambienti della vicina Casa del Sacello Iliaco, mentre dopo il terremoto del 62 le due abitazioni, del tipo ad atrio e peristilio, tornarono a essere divise e indipendenti.
La denominazione moderna della casa deriva dalla presenza, lungo tre lati del giardino quadrangolare che si apriva a sud, di un criptoportico fenestrato, ovvero un portico sotterraneo, sul quale si affacciavano una stanza di soggiorno (oecus) e quattro ambienti termali (apodyterium, frigidarium, tepidarium ecalidarium, quest’ultimo preceduto da un praefurnium). Coperto da volte a botte e a crociera, il criptoportico e l’oecus presentavano lungo le pareti un ciclo pittorico ispirato agli episodi dell’Iliade, che costituisce uno dei più pregevoli esempi di pittura pompeiana di II stile finale (età augustea). Altre raffigurazioni dipinte, raffinate e scenografiche, decoravano anche le pareti dei quattro ambienti termali.
L’edificio subì gravi danni dal bombardamento che colpì l’antica Pompei nel settembre 1943.

Pompei con i suoi 2,2 milioni di visitatori è la terza meta turistica italiana

Pompei supera la Galleria degli Uffizi,ultime camere in last minute !!

La città  di Pompei con i suoi 2,2 milioni di visitatori  è la terza meta turistica italiana del 2013.

 

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a pochi minuti dagli Scavi di Pompei e dal Vesuvio ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi e colazione) e parcheggio interno gratuito!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

3° sito + visitato in Italia

 

Seguici su Facebook per restare aggiornati sulle Novità!!

I dati diffusi da Euromonitor International parlano chiaro: la città  di Pompei con i suoi 2,2 milioni di visitatori  è la terza meta turistica italiana del 2013, dopo il Colosseo a quasi 4,6 milioni di presenze e i Musei Vaticani con 3,9 milioni. Nonostante i crolli e le polemiche, il sito archeologico di Pompei ha superato la Galleria degli Uffizi che conta poco più di un 1,5 milioni di biglietti staccati.

Pompei-turismo

Incremento visitatori agli scavi di Pompei, oltre un milione in sei mesi

Il sito archeologico di Pompei ha fatto registrare oltre un milione di visitatori dal 1 gennaio al 30 giugno 2013, con una crescita di 36 mila visitatori (+15%) rispetto allo stesso periodo del 2012. L’incasso è stato di circa 9 milioni di euro (+12%) e supera il risultato dello stesso periodo del 2012 e del 2011.

I dati sono stati forniti dalle segreterie di Cisl e Uil Scavi di Pompei. Secondo i due sindacati l’incremento nei primi sei mesi dell’anno “é dovuto all’abolizione della chiusura settimanale che consente l’apertura al pubblico delle aree archeologiche sette giorni sette per 365 giorni all’anno”. “L’ aumento costante di visitatori stranieri – aggiungono Cisl e Uil – è un dato eccellente che documenta la straordinaria attrattività e produttività dell’area archeologica di Pompei anche in un momento di crisi economica internazionale”. “Tali risultati – concludono Cisl e Uil – se raggiunti da una qualsiasi azienda privata, avrebbero certamente portato ad un premio di produttività per i dipendenti. A Pompei invece non solo non portano incentivi al personale, ma hanno causato soltanto un notevole aggravio di lavoro, anche in considerazione della ormai nota carenza di personale”.

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 1 km dal sito Archeologico di Pompei ( raggiungibile in soli 5 minuti, con auto/treno o una breve passeggiata) ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi, piscina)!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Intanto, sono partiti i bandi di gara per gli interventi di restauro di altre due Domus negli Scavi di Pompei. Lo annuncia la Soprintendenza speciale per i Beni archeologici di Napoli e Pompei. I lavori interesseranno gli apparati decorativi delle domus di D. Octavius Quartio e della Venere in Conchiglia.

View of Pompeii toward Mount Vesuvius - Pompeii