domus pompei

Il mosaico di Cave Canem torna a splendere a Pompei

Torna a risplendere il famoso mosaico Cave Canem…ultime camere in last minute vicino gli Scavi!!

Meraviglia e stupore negli occhi dei visitatori degli scavi di Pompei allorché dopo le quattro del pomeriggio, terminati gli interventi di restauro, appare in tutta la sua bellezza uno dei mosaici più famosi al mondo: quello conosciuto come del «CAVE CANEM».

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a 1 km dal sito Archeologico di Pompei e a breve distanza dagli altri siti archeologici ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi e colazione) ,parcheggio interno gratuito e piscina esterna con solarium!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Restauro Cave Canem Pompei

 

Seguici su Facebook per restare aggiornati sulle Novità e le offerte del B&B!!

Meraviglia e stupore negli occhi dei visitatori degli scavi di Pompei allorché dopo le quattro del pomeriggio, terminati gli interventi di restauro, appare in tutta la sua bellezza uno dei mosaici più famosi al mondo: quello conosciuto come del «CAVE CANEM».

Il prezioso quadretto, che mostra un cane di pelo nero, lungo, nell’atto di ringhiare contro i malintenzionati che volessero penetrare nella casa, si trova all’ingresso della domus detta «del Poeta Tragico», situata proprio di fronte alle terme centrali della città antica. Il mosaico, che è in fase di restauro, era in pessime condizioni da tempo. Presentava numerose tessere staccate dal piano d’appoggio ed era quasi del tutto ricoperto da una patina di sporco, derivata per lo più da microrganismi che non solo ricoprivano i tasselli di marmo ma li rendevano anche estremamente fragili.

Proprio per non privare i turisti della vista di un reperto tanto famoso, la Soprintendenza ha deciso di renderlo visibile anche nei fine settimana e nei giorni di festa, allorché i lavori di restauro sono fermi.

CASA-DEL-POETA-TRAGICO-CON-FASE--RESTAURO-MOSAICO-CAVE-CANEM--1-

 

Pompei, nuove scoperte dal sito archeologico: trovato un santuario extraurbano

A Pompei scoperto un Santuario extraurbano , visita il sito archeologico e prenota le camere in last minute!!

Pompei, nuove scoperte dalla città sepolta: spunta un santuario extraurbano…

 

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a 1 km dal sito Archeologico di Pompei, Ercolano e a breve distanza da Napoli, Sorrento, Capri e Costiera Amalfitana ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi e colazione) ,parcheggio interno gratuito e piscina esterna con solarium!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Nuove scoperte archeologiche a Pompei

 

Seguici su Facebook per restare aggiornati sulle Novità del sito archeologico!!

L’esistenza di un santuario extraurbano ubicabile in prossimità del vicus publicus esistente, fuori dall’area del pomerium, e collegato al tratto occidentale delle mura urbiche della città e la presenza di una Porta Occidentalis (posterula) di accesso alla città, in asse con via di Nola e Porta di Nola all’interno di un arco cronologico coevo ascrivibile tra III e II secolo a.C.

Sono queste le ultime scoperte emerse dagli studi dei ricercatori dell’Università Suor Orsola Benincasa, coordinati dall’archeologo Mario Grimaldi e da Umberto Pappalardo, direttore del “Centro Internazionale per gli Studi Pompeiani Amedeo Maiuri” del Suor Orsola.

Due grandi novità inserite in un’idea progetto di restauro, valorizzazione e soprattutto di successiva fruizione della Casa di Marco Fabio Rufo che l’Università Suor Orsola Benincasa presenterà Martedì 29 Aprile alle ore 15.30 nella Sala Consiliare del Comune di Pompei in occasione del convegno dedicato al tema“Pompei tra Archeologia, religiosità e turismo. Progettando la Pompei del XXI secolo: identità e futuro”.

nuove-scoperte-pompei

Pasqua a Pompei e nei Siti Vesuviani

Apertura speciale Domus Pompei, camere in last minute!!

LDomus di Trittolemo, Romolo e Remo, Marco Lucrezio Frontone saranno aperte al pubblico fino al 30 Aprile.

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a 1 km dal sito Archeologico di Pompei e a breve distanza da Ercolano, Napoli, Sorrento, Capri e Costiera Amalfitana ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi e colazione) ,parcheggio interno gratuito e piscina esterna con solarium!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Orari delle nuove Domus aperte fino al 30 Aprile

 

Seguici su Facebook per restare aggiornati sulle Novità e le offerte del B&B!!

ORARI DI APERTURA FINO AL 30 APRILE

Le Domus di Trittolemo, Romolo e Remo, Marco Lucrezio Frontone saranno aperte al pubblico secondo i seguenti

casa-del-criptoportico-pompei

orari:

Fino a lunedì 21 aprile (incluso)
Saranno aperte tutte e tre le Domus dalle ore 8,30 alle ore 19,30 

Dal 22 aprile al 30 aprile (incluso)
– Domus di Trittolemo e  Domus di Romolo e Remo:  aperte dalle ore 8,30 alle ore 13,00
– Domus di Marco Lucrezio Frontone :  aperta dalle 13,00 alle 19,30

* La visita delle tre Domus rientra nel circuito ordinario, pertanto non occorre alcuna prenotazione.

Pianta_domus

 

A – Domus di Marco Lucrezio Frontone
B – Domus di Trittolemo
C – Domus di Romolo e Remo

Scarica le Brochure:

Pompei, a Pasqua 3 grandi domus riaprono al pubblico

A Pasqua riaprono a Pompei 3 grandi Domus.

Il Mibact annuncia l’accelerazione del Grande Progetto Pompei e nuovi itinerari “on demand”.

[/googlefont]

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 1 km dall’entrata principale degli Scavi di Pompei ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi , parcheggio, colazione) e piscina esterna con solarium!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Le Ville mai viste a Pompei

 

Seguici su Facebook per restare aggiornati sulle Novità!!

Il Ministero dei Beni culturali annuncia la riapertura di tre importanti domus in occasione delle festività di Pasqua: lafoto pompei -  Casa di Marco Lucrezio Frontone casa di Trittolemo, quella di Romolo e Remo, con il giardino decorato con le pitture sui toni del porpora e del grigio, e la dimora del politico Marco Lucrezio Frontone. 

Quest’ultima «forse la casa più bella di Pompei – secondo il nuovo soprintendente Massimo Osanna – con un ambiente architettonicamente complesso e pitture di straordinaria qualità».

Percorsi on demand. Sono stati anche pensati itinerari «on demand», ideati per ogni categoria di turisti, da quelli che non hanno molto tempo a disposizione agli addetti ai lavori: «Stiamo cercando di fare tutto quello che il grande pubblico si attende da noi», prosegue Osanna «permettendo l’apertura di quello che si può aprire in sicurezza. L’idea è di garantire aperture ad orari delle domus più importanti in modo che il turista, debitamente informato da un tabellone all’ingresso, si possa costruire la propria giornata di visita e il proprio itinerario modulandolo sulle sue curiosità e sul tempo che ha disposizione».

Altri lavori in corso: 

Fra gli ultimi lavori intrapresi, il restauro del Cave Canem, il mosaico icona del sito che orna il pavimento foto pompei - Casa di Trittolemod’ingresso della Casa del Poeta Tragico, il cui termine è previsto entro l’estate del 2014.

La Casa dei Vettii. Anche la Casa dei Vettii è prossima alla riapertura: «Il restauro della domus è previsto dal Grande Progetto – spiega Osanna – ma abbiamo deciso di anticipare i tempi e riaprire i cancelli accogliendo il pubblico nei locali non pericolosi, che sono il cuore della dimora, di cui fa parte anche l’atrio con l’affresco del priapo dal grande fallo».

 

Riapre la Casa del Criptoportico a Pompei dopo un lungo restauro

Grande Progetto Pompei: riapre la prima domus!

Dopo un’anno di restauro riapre per il momento agli addetti ai lavori la “Casa del Criptoportico”!!

 

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 1 km dall’entrata principale degli Scavi di Pompei ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi e colazione) e parcheggio interno gratuito!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Riapre la Domus Criptoportico

 

Seguici su Facebook per restare aggiornati sulle Novità!!

Planimetria-domus-criptoportico-pompeiRiapre la «Casa del Criptoportico», a Pompei. Dopo un anno di restauri, il cantiere, venerdì termina i lavori. Il cantiere, la casa, che per adesso è aperto solo agli addetti ai lavori, una volta sgomberato sarà presentato in pompa magna. Non si esclude che per l’occasione possano arrivare esponenti del governo. La conclusione del recupero della domus «del Criptoportico», ha anche un altro significato: è il primo cantiere del «Grande progetto Pompei» ad essere portato a termine, e dunque è una promozione, a costo zero, della capacità italiana di saper essere rigorosi e seri, da giocarsi sullo scacchiere internazionale, per il futuro.

Insomma, quella «Casa del Criptoportico», la domus il cui ingresso affaccia su via dell’Abbondanza, la strada principale della città antica, che entro la fine di questa settimana sarà riconsegnata perfettamente recuperata alla Soprintendenza e all’archeologia tutta, è certamente qualcosa di cui menare vanto, dopo gli anni «terribili» vissuti da Pompei.

Il costo dell’intervento è stato di 304mila euro, centesimo più, centesimo meno. Comprensivo, ovviamente, anche degli oneri per la sicurezza, pari a circa 8mila euro. L’appalto, assegnato alla ditta «Perillo costruzioni», venne aggiudicato con un ribasso di circa il 57%. Questo significa anche che, stando così le cose, con i 105 milioni di euro stanziati dall’Unione europea per mettere in sicurezza Pompei, si potrebbe puntare alla salvezza di un numero più o meno doppio di edifici dell’area archeologica.

casa-del-criptoportico-pompei

La Casa del Criptoportico

 

La Casa del Criptoportico è ubicata nell’Insula 6 della Regio I, con ingresso principale da Via dell’Abbondanza al civico 2. Fu Crtipto_anfore_130405103041portata in luce a più riprese, tra il 1911 e il 1914 nel corso degli scavi diretti da Vittorio Spinazzola, e tra il 1927 e il 1930 sotto la direzione di Amedeo Maiuri.
Edificata nel III secolo a.C., la domus arrivò a comprendere, nel II secolo a.C., anche gli ambienti della vicina Casa del Sacello Iliaco, mentre dopo il terremoto del 62 le due abitazioni, del tipo ad atrio e peristilio, tornarono a essere divise e indipendenti.
La denominazione moderna della casa deriva dalla presenza, lungo tre lati del giardino quadrangolare che si apriva a sud, di un criptoportico fenestrato, ovvero un portico sotterraneo, sul quale si affacciavano una stanza di soggiorno (oecus) e quattro ambienti termali (apodyterium, frigidarium, tepidarium ecalidarium, quest’ultimo preceduto da un praefurnium). Coperto da volte a botte e a crociera, il criptoportico e l’oecus presentavano lungo le pareti un ciclo pittorico ispirato agli episodi dell’Iliade, che costituisce uno dei più pregevoli esempi di pittura pompeiana di II stile finale (età augustea). Altre raffigurazioni dipinte, raffinate e scenografiche, decoravano anche le pareti dei quattro ambienti termali.
L’edificio subì gravi danni dal bombardamento che colpì l’antica Pompei nel settembre 1943.

Pompei, bendati nella casa di Polibio

Visita speciale al buio in una domus pompeiana il 25 settembre

Visitare una domus pompeiana al buio seguendo un percorso che coinvolgerà esclusivamente i sensi del tatto, l’olfatto, l’udito: sabato 25 settembre, in occasione della prima delle Giornate Europee del Patrimonio (ingresso gratuito) gli scavi archeologici di Pompei propongono per la prima volta una visita speciale alla casa Giulio Polibio.

Gli ospiti saranno bendati ed accompagnati da guide specializzate dell’Unione Italiana Ciechi all’interno della famosa domus, di recente aperta al pubblico e già caratterizzata da un percorso multimediale corredato da installazioni sonore e ologrammi. Il boato dell’eruzione, lo scrosciare del vento, i versi degli animali, la voce di Giulio Polibio registrati dall’istallazione sonora, gli utensili e gli arredi della domus esposti in copia e da poter toccare, gli odori e gli effluvi del bergamotto e del ginepro diffusi per la casa e nel giardino: sono solo alcuni degli elementi di percezione che aiuteranno a muoversi all’interno della domus secondo le più recenti ricerche sulla sinestesia.

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

L’evento si collega alla prima fase di sperimentazione già realizzata a Città della Scienza con il Laboratorio di Ricerche Applicate della Soprintendenza e l’Istituto per la Diffusione delle Scienze Naturali diretto dal professor Claudio Salerno. L’iniziativa è promossa dalla Soprintendenza Speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei e fa parte del programma di rilancio e valorizzazione ‘Pompei viva’ realizzato nel periodo di Commissariamento dell’area archeologica.