Domenica 7 Dicembre Pompei, Ercolano e tutti i Musei saranno GRATIS

Domenica 7 Dicembre durante il Ponte dell’Immacolata…tutti i musei, siti archeologici saranno aperti GRATUITAMENTE!!

È la prima applicazione della norma del decreto Franceschini, entrata in vigore dal primo luglio, che, come cita una nota del MIBACT, stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, monumenti, scavi, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 1 km dal sito archeologico di Pompei e a poca distanza da Ercolano ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi, riscaldamento ) ,parcheggio interno gratuito e ricca colazione (anche senza glutine)!

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Domenica al Museo, Pompei Gratis

 

Segui Scavi di Pompei su Facebook per restare aggiornati sulle Novità del sito archeologico!!

Domenica 7 Dicembre i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente.

Le norme incluse nel nuovo decreto ministeriale nascono dall’esigenza, come espresso dal ministro Dario Franceschini, di adottare una politica di gestione del patrimonio culturale maggiormente in linea con la visione europea.

Azioni, quindi, atte a garantire la migliore e la maggiore fruibilità dei luoghi di cultura italiani. Fruibilità che registra dati nettamente inferiori rispetto ai musei stranieri.

Partecipano all’iniziativa anche gli Scavi di Pompei, Ercolano, Oplonti e Antiquarium di Boscoreale.

Tra i luoghi di cultura statali visitabili gratuitamente in Campania si ricordano:

  • Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Palazzo Reale di Napoli
  • Certosa e Museo di San Martino
  • Museo Pignatelli
  • Museo di Capodimonte
  • Castel Sant’Elmo
  • Museo Duca di Martina
  • Scavi di Pompei
  • Ercolano
  • Reggia di Caserta

Per un elenco completo di tutti i musei e le aree archeologiche campane che partecipano all’iniziativa, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del Ministero.

Domenica 2 Novembre ingresso Gratuito Scavi di Pompei, Ercolano

Domenica 2 Novembre tutti i musei, siti archeologici aperti GRATUITAMENTE..

È la prima applicazione della norma del decreto Franceschini, entrata in vigore dal primo luglio, che, come cita una nota del MIBACT, stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, monumenti, scavi, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 1 km dal sito archeologico di Pompei e a poca distanza da Ercolano  ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi ) ,parcheggio interno gratuito e ricca colazione (anche senza glutine)!

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Domenica al Museo, Pompei Gratis

Domenica 2 Novembre i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente.

Le norme incluse nel nuovo decreto ministeriale nascono dall’esigenza, come espresso dal ministro Dario Franceschini, di adottare una politica di gestione del patrimonio culturale maggiormente in linea con la visione europea.

Azioni, quindi, atte a garantire la migliore e la maggiore fruibilità dei luoghi di cultura italiani. Fruibilità che registra dati nettamente inferiori rispetto ai musei stranieri.

Partecipano all’iniziativa anche gli Scavi di Pompei, Ercolano, Oplonti e Antiquarium di Boscoreale.

Tra i luoghi di cultura statali visitabili gratuitamente in Campania si ricordano:

  • Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Palazzo Reale di Napoli
  • Certosa e Museo di San Martino
  • Museo Pignatelli
  • Museo di Capodimonte
  • Castel Sant’Elmo
  • Museo Duca di Martina
  • Scavi di Pompei
  • Ercolano
  • Reggia di Caserta

Per un elenco completo di tutti i musei e le aree archeologiche campane che partecipano all’iniziativa, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del Ministero.

Una-domenica-al-museo-pompei-gratis

Domenica al Museo – 5 Ottobre ingresso Gratuito Scavi di Pompei, Ercolano

Domenica 5 Ottobre tutti i musei, siti archeologici aperti GRATUITAMENTE..

È la prima applicazione della norma del decreto Franceschini, entrata in vigore dal primo luglio, che, come cita una nota del MIBACT, stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, monumenti, scavi, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 1 km dal sito archeologico di Pompei e a poca distanza da Ercolano  ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi e colazione) ,parcheggio interno gratuito e piscina esterna con solarium!

 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Domenica al Museo, Pompei Gratis

Domenica 5 Ottobre i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente.

Le norme incluse nel nuovo decreto ministeriale nascono dall’esigenza, come espresso dal ministro Dario Franceschini, di adottare una politica di gestione del patrimonio culturale maggiormente in linea con la visione europea.

Azioni, quindi, atte a garantire la migliore e la maggiore fruibilità dei luoghi di cultura italiani. Fruibilità che registra dati nettamente inferiori rispetto ai musei stranieri.

Partecipano all’iniziativa anche gli Scavi di Pompei, Ercolano, Oplonti e Antiquarium di Boscoreale.

Tra i luoghi di cultura statali visitabili gratuitamente in Campania si ricordano:

  • Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Palazzo Reale di Napoli
  • Certosa e Museo di San Martino
  • Museo Pignatelli
  • Museo di Capodimonte
  • Castel Sant’Elmo
  • Museo Duca di Martina
  • Scavi di Pompei
  • Ercolano
  • Reggia di Caserta

Per un elenco completo di tutti i musei e le aree archeologiche campane che partecipano all’iniziativa, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del Ministero.

Una-domenica-al-museo-pompei-gratis

Domenica 7 settembre Scavi di Pompei Gratis per #unadomenicaalmuseo

Domenica 7 Settembre ritorna una domenica al museo con gli Scavi di Pompei gratis, ultime camere in last minute!!

È la prima applicazione della norma del decreto Franceschini, entrata in vigore dal primo luglio, che, come cita una nota del MIBACT, stabilisce che ogni prima domenica del mese non si pagherà il biglietto per visitare monumenti, musei, monumenti, scavi, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali dello Stato.

Il bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” a solo 1 km dal sito archeologico di Pompei e a poca distanza da Ercolano  ..vi aspetta con le sue comode camere dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi e colazione) ,parcheggio interno gratuito e piscina esterna con solarium!

 For more information or a customized offer, you can also contact us by E-Mail or with WhatsApp:(+39) 327 3543655 

Domenica al Museo, Pompei Gratis

 

Segui Scavi di Pompei su Facebook per restare aggiornati sulle Novità del sito archeologico!!

Domenica 7 Settembre i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente.

Tra i luoghi di cultura statali visitabili gratuitamente in Campania si ricordano:

  • Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli
  • Palazzo Reale di Napoli
  • Certosa e Museo di San Martino
  • Museo Pignatelli
  • Museo di Capodimonte
  • Castel Sant’Elmo
  • Museo Duca di Martina
  • Scavi di Pompei
  • Antiquarium Boscoreale
  • Ercolano
  • Reggia di Caserta

Una-domenica-al-museo-pompei-gratis

Per un elenco completo di tutti i musei e le aree archeologiche campane che partecipano all’iniziativa, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del Ministero

Casa del Fauno ….ecco da dove deriva il nome del B&B

La casa, così denominata dalla statuetta bronzea del Fauno posta al centro dell’i mpluvio, occupa l’ intero isolato, con una superficie di quasi 3000 mq.

Il nome del nostro B&B deriva appunto da questa meravigliosa casa riportata alla luce dopo 2000 anni!!

Il  bed and breakfast Pompei “IL FAUNO” è a solo 1 Km dall’ingresso principale degli Scavi di Pompei e a soli 500 metri dal treno della Circumvesuviana , da cui si possono raggiungere in pochi minuti anche gli altri siti archeologici: Ercolano, Oplonti, Stabia e l’Antiquarium di Boscoreale!! Cosa aspetti a prenotare !!!

Risale, complessivamente, al II sec. a.C., mentre il quartiere del bagno e dei servizi fu risistemato nel I secolo d.C. La grande estensione, l’architettura imponente con due atri e i due ampi giardini con peristilio, ne facevano, forse, la più maestosa delle abitazioni pompeiane.
Conserva alle pareti resti della decorazione pittorica in I stile, mentre i numerosi mosaici che impreziosivano i pavimenti dei vari ambienti furono trasportati al Museo di Napoli.
Celebre è quello con la battaglia di Dario ed Alessandro, che costituiva il pavimento dell’esedra con due colonne sulla fronte, posta tra i due peristili.

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

 

Scavi di Pompei, visite guidate nella Settimana della Cultura

“La cultura è di tutti: partecipa anche tu”
 Anche quest’anno, il MiBAC per promuovere e valorizzare il Patrimonio culturale italiano apre gratuitamente le porte di musei, ville, monumenti, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali, per nove giorni, dal 14 al 22 aprile su tutto il territorio nazionale.
La settimana della Cultura, divenuta, ormai, una grande festa collettiva offre un ricco calendario di appuntamenti: mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti, che renderanno ancora più speciale l’esperienza di tutti i visitatori.La Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei partecipa alla Settimana della Cultura con la visita gratuita dei propri Siti archeologici e musei dell’Area vesuviana e napoletano-flegrea ed offrendo eventi speciali come la visita guidata delle Terme Stabiane di Pompei, da pochi giorni riaperte al pubblico, dopo il restauro.

Approfitta della Settimana della Cultura e prenota una camera al B&B Pompei Il Fauno!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Gli eventi nell’ Area Vesuviana

SCAVI di POMPEI
Visite guidate “La sezione femminile delle Terme Stabiane
In occasione della “Settimana della Cultura” si propongono al pubblico visite guidate alla sezione femminile delle Terme Stabiane.
L’organizzazione è dell’Ufficio per i Beni Archeologici di Pompei in collaborazione con la Società Pierreci Codess.
Sabato 14 – domenica 22 aprile 2012 ore 11 e ore 12 (gruppi di 25 persone)
Info e prenotazione obbligatoria:  tel. 081 8575327 (ore 8,30-15,00)

SCAVI di POMPEI
Visite guidate “Orti e giardini all’ombra del Vesuvio
Attraverso l’osservazione diretta all’interno dell’area archeologica di Pompei sarà possibile illustrare un aspetto della città antica, il verde, che costituiva un aspetto rilevante delle domus e dei luoghi pubblici. Ci si soffermerà sull’uso delle essenze coltivate per la produzione e per le proprietà officinali o per puro scopo ornamentale e sulle piante nate per generazione spontanea. Una breve esperienza laboratoriale al termine coinvolgerà i visitatori  nel riconoscimento e nella scelta delle piante per la realizzazione di un piccolo erbario.
Dal 14 al 22 aprile 2012
Appuntamento: Pompei, Porta Anfiteatro, Accoglienza Didattica
Alle ore 11.30 giorni feriali (prenotazione obbligatoria al call center 848800288)
Alle ore 10.30 -12.00 sabato e domenica (prenotazioni al call center e in biglietteria fino ad esaurimento posti)

SCAVI di STABIA
Visite libere “Salvalarte: villa Arianna e Villa San Marco a Stabiae
Le visite ai siti saranno precedute da un’illustrazione delle ville.
L’evento è organizzato dell’Ufficio Scavi di Stabia in collaborazione con LEGAMBIENTE-Circolo Woodwardia di Castellammare di Stabia
Domenica 22 aprile dalle ore 11 alle ore 13
Info: Ufficio Formazione per il Pubblico (tel. 081 8575229/225)

Gli eventi nell’ Area napoletano-flegrea

La rinascita di Pompei con una fondazione pubblica-privata

Il Ministero dei beni culturali lavora alla costruzione di una “fondazione” per gestire al meglio e senza sprechi uno dei patrimoni archeologici più importanti e più noti internazionalmente. Intanto, ad accogliere i visitatori – piccolo miracolo della tecnologia – c’é proprio lui, il liberto diventato ricchissimo: Giulio Polibio.
Il suo oleogramma appare come d’incanto nell’atrio e racconta le vicende sue e dei suoi familiari.

Una Fondazione per Pompei. È questa l’idea che sta prendendo pian piano forma sull’esempio del Museo Egizio di Torino presieduto da Alain Elkann. Una fondazione che coinvolgerebbe i privati insieme agli enti locali per la gestione e la valorizzazione di uno dei più prestigiosi siti archeologici del Mediterraneo. Sandro Bondi, ministro dei Beni culturali, ha approfittato della presentazione, proprio nell’area archeologica campana, della Settimana della Cultura per ufficializzare un progetto al quale in realtà il suo Ministero lavora da tempo. Il modello a cui si guarda di più è proprio quello del Museo Egizio di Torino.

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Pompei ha una risonanza mondiale e probabilmente non sarà difficile trovare qualcuno che voglia finanziare una fondazione. Il chi e il come è però ancora tutto da stabilire. Intanto, proprio per avere il tempo di studiare la questione, si chiederà al commissario straordinario Marcello Fiori, in scadenza a giugno 2010, di rimanere ancora nel suo incarico per sei mesi o forse per un anno.

Due anni di buona gestione hanno consentito di investire 109 milioni, di progettare e realizzare nuovi restauri, di riaprire al pubblico tanti ambienti che erano stati trascurati. Inoltre ci sono nuovi progetti informativi per le famiglie, laboratori per i bambini, un sistema di illuminazione notturno. Ma non solo: quest’estate verrà aperto il Teatro Grande, con spettacoli tutte le sere. Presto la Casina delle Aquile diventerà un “archeo-restaurant”, con tanto di vendita di prodotti tipici. Si inizia a perseguire la filosofia del marketing culturale che, se pensato bene, è sicuramente una risorsa per i beni culturali italiani.

Anche l’Antiquarium, a lungo abbandonato, diventerà un centro di orientamento. Senza contare che fra le domus si è trovato il modo di piantare anche la vite, con un vino rosso prodotto da Mastroberardino, che farà da ambasciatore di Pompei nel mondo. I visitatori sembrano aver già apprezzato questa novità. Senza perdersi l’emozione di una esperienza multimediale nella vicina, strepitosa, Domus di Giulio Polibio. Ad accogliere il visitatore, piccolo miracolo della tecnologia, c’é proprio lui, il liberto diventato ricchissimo: Giulio Polibio. Il suo oleogramma appare come d’incanto nell’atrio e racconta le vicende sue e dei suoi familiari, come sono vissuti e come sono morti in quelle stanze riccamente decorate, dove gli archeologi, grazie ai calchi di gesso, hanno potuto ricostruire tutto, dai mobili alle tende, il vasellame, i giochi, persino il giardino. Con tutti i suoi frutti, i fiori, gli odori. E, incredibile, persino i rumori.

Sarebbe davvero straordinario il fatto che Pompei, uno dei siti archeologici più importanti del mondo, passi a una forma di governance con partecipazione di privati ed enti locali. Simile alla Fondazione Museo Egizio di Torino, un equilibrato esempio di mix pubblico-privato che nella gestione dei beni museali può essere la via giusta per mettere a frutto l’inestimabile patrimonio culturale italiano.