bb a Pompei

Un Giorno a Pompei , mostra a New York

Un Giorno a Pompei…La Mostra, appositamente pensata per i musei stranieri, intende presentare ad un pubblico che non ha ancora avuto occasione di visitare la città antica, i differenti aspetti della vita quotidiana a Pompei.

Le varie sezioni espositive – modulabili a seconda delle esigenze comunicative del museo ospitante – costruiscono un viaggio reale all’interno della città: attraverso la presentazione di oltre 270 reperti la vita della città antica è  rivissuta nei suoi diversi momenti, nella fase immediatamente precedente l’eruzione del 79 d.C.

Le Sedi
Singapore, National Museum
7.10.2010 – 23.01.2011
New York, Discovery Times Square
3.03.2011 – 6.09.2011

Boston, Museum of Science
2.10.2011 – 12.02.2012
Cincinnati, Cincinnati Museum Center

La Mostra

I. La città
La collocazione geografica; i rapporti con il territorio circostante; l’organizzazione dello spazio urbano; gli abitanti
II. La casa
Gli stili della pittura pompeiana; gli arredi e i sistemi di illuminazione e riscaldamento; la statuaria; l’arredo dei giardini
III. La religione
La religione pubblica: le divinità principali; i culti privati; il rituale e le offerte votive
IV. Luxus: cosmesi ed ornamenti femminili
Gli strumenti della bellezza; i gioiell
V. L’economia
Il sistema ponderale; le monete; i commerci; le botteghe; le officine
VI. L’alimentazione
Il cibo sulla tavola dei pompeiani; gli strumenti ed i sistemi per la sua preparazione; i servizi da tavola
VII. L’ars medica
Strumenti e sistema di cura
VIII. Il mare
La pesca; la navigazione
IX. Oltre la vita
I sistemi di sepoltura; i corredi funerari
X. La morte sotto il Vesuvio
Selezione di calchi di vittime dell’eruzione del 79 d.C

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Da Giugno vieni in vacanza a Pompei e tuffati in piscina

Quest’estate vieni in vacanza a Pompei e tuffati in piscina!!

Trascorri le tue vacanze  nel nostro bed and breakfast vicino gli Scavi di Pompei ed approfitta della nostra piscina esterna con ampio solarium in legno e fontana idromassaggio per abbronzarti all’ombra del Vesuvio.

[nggallery id=28]

Inoltre uno spazio esterno attrezzato con lettini, sedie prendisole, doccia solare, solarium in legno di larice immerso nel verde del nostro agrumeto con piante di Limoni e Arance…uno spettacolo!!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

POMPEI ED ERCOLANO: dal 29 marzo ripartono I “MARTEDÌ IN ARTE” si entra GRATIS FINO ALLE 23,00

POMPEI ED ERCOLANO: dal 29 MARZO 2011 RIPARTONO I “MARTEDÌ IN ARTE” CON APERTURE STRAORDINARIE E GRATUITE AI SITI ARCHEOLOGICI FINO ALLE 23,00

Ripartono dopo il successo della prima edizione i “Martedì in Arte”, le aperture serali straordinarie (fino alle 23,00) e gratuite ai siti archeologici e museali, previste per l’ultimo martedì di ogni mese fino a dicembre 2011, organizzati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Approfitta di questa fantastica occasione e prenota un soggiorno al bed and breakfast Pompei Il Fauno… vicino all’entrata principale degli Scavi di Pompei ( Piazza Anfiteatro).

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Martedì 29 marzo, agli scavi di Pompei sarà possibile visitare, guidati da un archeologo, il suggestivo complesso monumentale delle Terme Suburbane, illuminato per l’occasione. Si tratta di uno degli edifici termali pubblici più imponenti di età imperiale, poste all’ingresso di porta Marina, un tempo in posizione scenografica sul mare. Caratterizzate da una sontuosa decorazione, tra cui le pareti dipinte con scene marine della piscina fredda, le Terme sono famose anche per gli affreschi a tema erotico che ne decorano lo spogliatoio.

La visita riservata a gruppi di massimo 25 persone, a partire dalle ore 19,00, richiede la prenotazione obbligatoria allo 081.8575218.

Agli Scavi di Ercolano sarà possibile, invece, accedere gratuitamente, dalle ore 20,00, al Padiglione della Barca, dove è esposta la celebre imbarcazione rinvenuta nel 1982 sull’antica spiaggia di Ercolano, assieme ad una ricca serie di reperti collegati al mare e alle attività marinare. L’imponente barca, lunga oltre 9 m, e larga circa 2,20 m. era molto somigliante ad un grosso gozzo marinaro moderno e costituisce un importante reperto simbolo dell’antica città.

L’ingresso per il Padiglione è da Corso Resina.

Le date:

• 29 marzo 2011
• 26 aprile 2011
• 31 maggio 2011
• 28 giugno 2011
• 26 luglio 2011
• 30 agosto 2011
• 27 settembre 2011
• 25 ottobre 2011
• 29 novembre 2011
• 27 dicembre 2011

https://www.bbfauno.com/wp-content/uploads/2011/03/martedi-in-arte-scavi-di-pompei1.jpg

Il MiBAC ti fa entrare GRATIS agli Scavi di Pompei nel giorno del tuo compleanno

L’Arte ti fa gli auguri

Il MiBAC ti regala un ingresso gratuito al museo nel giorno del tuo compleanno

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con “L’Arte ti fa gli auguri”, offrirà  per il 2011 a tutti cittadini dell’Unione Europea un ingresso gratuito in qualunque luogo dell’arte statale (anche gli SCAVI DI POMPEI), nel giorno del loro compleanno.
Un regalo che il MiBAC intende offrire quale invito a trascorrere una giornata di festa alla scoperta del nostro ineguagliabile patrimonio culturale.
La promozione rientra nel quadro delle iniziative messe in campo per celebrare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, con la consapevolezza che il nostro patrimonio culturale sia un forte collante nazionale e motivo di orgoglio patriottico.

Approfitta di questa fantastica occasione e prenota un soggiorno al bed and breakfast Pompei Il Fauno… vicino all’entrata principale degli Scavi di Pompei ( Piazza Anfiteatro).

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Modalità

La promozione consiste in un ingresso omaggio per i cittadini italiani e dell’Unione Europea ai luoghi della cultura statali nel giorno del proprio compleanno, esibendo la carta d’identità al botteghino.
Nel caso in cui il giorno del compleanno coincida con la chiusura dei luoghi, l’ingresso omaggio sarà valido per il giorno successivo a quello di chiusura.
Le categorie già destinatarie di agevolazioni riceveranno un ingresso omaggio per un accompagnatore che non goda degli stessi benefici.

fonte: Scavi di Pompei

BBDAY Sabato 5 Marzo 2011, dormi una notte gratis a Pompei

Anche quest’anno, dopo il successo delle prime edizioni, in mille città e luoghi d’Italia, sabato 5 marzo 2011, si celebrerà la Giornata nazionale del B&B. Un’iniziativa che vedrà coinvolti migliaia di Bed and Breakfast,

pronti a concedere la notte del 5 marzo gratis a quanti vorranno trascorrere un weekend all’insegna dell’ospitalità familiare.

Es: prenoti il 5 e il 6 marzo -> 5 GRATIS, paghi solo il 6 marzo.
Es: prenoti il 4 e il 5 marzo -> 5 GRATIS, paghi solo il 4 marzo.
Es: prenoti il 4, il 5 marzo e il 6 marzo -> 5 GRATIS, paghi solo il 4 e il 6 marzo.
Anche quest’anno Il Bed and Breakfast Il Fauno partecipa al BBDAY !!!

Dettagli offerta: pernottamento e prima colazione , parcheggio interno custodito, connessione Wifi , bagno privato in camera!!! … prenotando quest’offerta riceverete al vostro arrivo un fantastico DRINK di benvenuto e potrete approfittare dell’utilizzo gratuito delle nostre biciclette!

prezzo valido per chi prenota subito al Tel .08185060983349332434!!!!!

L’appuntamento annuale del B&B Day, che si tiene ogni primo sabato del mese di marzo, è un’importante occasione per far conoscere al grande pubblico questa dimensione dell’ospitalità che ha conquistato, in pochi anni, il cuore e la mente del viaggiatore-turista più consapevole e informato.

http://www.bbday.it/images/bbday_omino_w350_lungo.jpg

 

Al Museo Archeologico la mostra «La città e il mare»

L’atrio del Museo Archeologico Nazionale di Napoli ospita, dal 22 maggio fino al 20 settembre 2010, una nuova esposizione promossa dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei in collaborazione con la Regione Campania.

La mostra «Napoli, la città e il mare» prende avvio dalle recenti scoperte archeologiche effettuate in occasione dei lavori di scavo condotti dal Comune di Napoli e della società Metropolitana per la realizzazione delle stazioni della Linea 1 della Metropolitana. Gli eccezionali ritrovamenti illustrano al grande pubblico un capitolo tra i meno noti della storia della città: la fase della Napoli bizantina, caratterizzata da un considerevole processo di trasformazione urbanistica del fronte a mare.

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

In particolare, saranno esposti i reperti rinvenuti a piazza Bovio, dove fu scoperta una torre bizantina. Un frammento, cioè, della città di VII secolo, che riutilizza al suo interno le decorazioni marmoree di un arco onorario dell’età dei Severi, presentate per la prima volta al pubblico. Insieme con essa, altri materiali archiettonici recuperati alla fine dell’Ottocento nella vicina area di Corso Umberto, nel fondaco Marramarra.

ARCHEOLOGIA: POMPEI, RETE RADIO PER TUTELA SITO E SICUREZZA

Piu’ sicurezza per i turisti, ma anche piu’ tutela del sito archeologico piu’ noto al mondo.
Sara’ una rete radio a Pompei, a fornire il nuovo sistema di telecomunicazioni interne degli ‘adetti ai lavori’ negli scavi.

Un ponte radio, tre stazioni base, 40 terminali che collegheranno 24 ore su 24 i vertici della struttura Commissariale e della Soprintendenza, con i custodi, le forze dell’ordine, il presidio sanitario, la direzione da oggi. Il sistema gratuito garantira’ tempestivita’ ed efficienza nella attivita’ di vigilanza, tutela del monumento e pronto soccorso per i visitatori e i lavoratori negli scavi. “Non esisteva una rete che mettesse in contatto contemporaneamente i diversi operatori all’interno del sito – spiega il commissario Marcello Fiori – una grave carenza sia dal punto di vista della tranquillita’ dei turisti che della salvaguardia del sito.
Grazie alla collaborazione con il dipartimento della Protezione civile, l’istallazione di uno specifico ponte radio presso il Monte Faito, in una posizione che assicura la copertura con un’unica frequenza radio di tutti gli scavi e anche di parte della citta’ nuova”.

Le tre stazioni base del nuovo sistema sono state collocate nella sala regia della videosorveglianza, nella domus di Bacco e presso la postazione interna Pronto Soccorso. I terminali si servono di un segnale analogico che assicura la massima recettivita’ anche dall’interno delle domus laddove spesso il segnale dei telefonini non arriva. Le radio sono state consegnate oltre che ai custodi, ai carabinieri negli scavi e ai vigili urbani di Pompei. Il sistema, oltre a non produrre costi per l’amministrazione, ha il vantaggio di mettere in comunicazione simultanea tutti gli utenti e quindi consentire il coinvolgimento immediato di piu’ unita’ in caso di emergenze.

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Offertissima Aprile a Pompei per visitare gli Scavi

Speciale Aprile a Pompei dal 05 al 20 Aprile 2010!!!

Approfitta di questo primo Sole d’Estate per visitare le meraviglie della Campania come Sorrento, Amalfi, Positano, Capri, Ischia, Procida…

Prenotando prima la tua camera al Bed and Breakfast Il Fauno, potrai usufruire di tariffe agevolate quasi da bassa stagione e prenotando online potrai risparmiare fino al 25%!!!!

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 

Tutte le offerte del B&B IL FAUNO comprendono la ricca colazione (anche colazione senza glutine per celiaci , siamo associati AIC campania) a buffet con torte e marmellate fatte in casa, parcheggio interno custodito,ingresso indipendente con rientro lbero,connessione Wifi,Internet Point con pc fisso,Uso del Giardino esterno con Gazebo e salottini all’ombra del Vesuvio!!! Inoltre Biciclette Gratis a disposizione dei nostri ospiti !!!

Devi sapere che il nostro B&B è a soli 500mt. dalla Stazione della Vesuviana da cui si può raggiungere gli Scavi di Pompei,Il Santuario,Sorrento,Ercolano,Amalfi, Positano, Vesuvio, Napoli e le isole di Capri,Ischia e Procida.

Per la vostra vacanza a Pompei

Per la vostra vacanza a Pompei scegliete il b&b il Fauno!!
Pompei è da decenni meta di un poliedrico turismo, interessato ad arte storia e religione.

Chi visita Pompei porta con se un bagaglio di conoscenze ed esperienze che pochi altri posti sanno e possono concedere. Iniziando con la Pompei “archeologica”, la città offre uno sito unico, mostra la civiltà romana in una istantanea, congelata per sempre nella quotidianità, resa immobile dall’eruzione del Vesuvio del 79 D.C. che ricoprì la città di cenere e lapilli.

[nggallery id=11]
Gli scavi hanno portato alla luce una città praticamente intatta, l’eruzione fu così violenta e devastante che gli abitanti non ebbero il tempo di evacuarla, ma rimasero letteralmente paralizzati dalle forze della natura.

Sono infatti numerosi i calchi realizzati dai resti umani e mostrano, in maniera forse un po’ grottesca, gli abitanti di pompei nel loro ultimo istante di vita. Pompei fu per secoli grandiosa, fiorente nel commercio grazie alla vicinanza al mare che ne favorì gli scambi, ricca, sfarzosa e libertina.

La ricchezza di Pompei è documentata e dimostrata ogni giorno dagli splendidi resti delle ville romane conservate in maniera praticamente perfetta e che ci fanno apprezzare bronzi, affreschi e motivi architettonici di grande bellezza.

Una curiosità, l’anfiteatro degli scavi di Pompei nel 1971 è stato la location di un film-concerto girato e attuato dai Pink Floyd, rimanendo una pietra miliare nella storia del Rock.

A far da contrappunto a questo trionfo della civiltà e dell’arte pagana, un altro polo d’attrazione della città di Pompei è il santuario della Beata Vergine del Rosario, sede di una delegazione pontificia e meta di pellegrinaggi da tutto il mondo; si stima che annualmente venga visitata da 3.000.000 di fedeli. Il clou dell’afflusso di pellegrini si ha l’8 maggio e prima domenica di ottobre in occasione della Supplica.

Pompei è una città che va visitata e conosciuta nella sua ampiezza e saprattutto con i tempi necessari ad una reale percezione della immensa sua bellezza, vi suggeriamo quindi di pernottare nel nostro bed and breakfast Il Fauno, che renderà confortevole ed esclusivo il pernottamento in questo luogo mitologico.

Nessun pagamento anticipato obbligatorio

Controlla la disponibilità e Prenota online con conferma immediata!

Prenota Ora
 Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci via E-mail o invia un messaggio su WhatsApp: 327 3543655 
Scavi di Pompei

Scavi di Pompei, visita la città eterna! Prenota la tua camera vicino alle rovine!

Scavi di Pompei è il sito archeologico più noto al mondo e rientra nella lista dei Patrimoni UNESCO dal 1997.

Gli Scavi di Pompei

Forniscono un’incredibile testimonianza dello stile di vita, delle usanze e delle architetture della società romana al momento dell’eruzione del Vesuvio avvenuta il 24 Agosto del 79 d.C., immergendo il visitatore in un’esperienza suggestiva ed emozionante, vissuta camminando tra i resti di domus patrizie, teatri, mosaici e affreschi delle ville pompeiane, terme e teatri.

Scavi di Pompei

La Guesthouse “IL FAUNO” a solo 1 Km dall’area archeologica di Pompei ( raggiungibile in auto/treno (5 minuti) o con una breve passeggiata di 15 minuti) ..vi aspetta con le sue comode camere / appartamenti dotate di ogni comfort (bagno privato, wifi, colazione) e parcheggio interno gratuito!

Solo prenotando direttamente sul nostro sito potrai avere numerosi vantaggi.

Puoi prenotare il tuo alloggio online con conferma immediata cliccando qui e scegliendo la tua camera.

Prenota Ora la tua camera


Richiedi la tua vacanza con quest’offerta

Puoi anche richiedere la tua camera compilando il form in basso con tutti i dati. La seguente richiesta non è impegnativa. 

Dopo il suo invio, sarà contattato nel più breve tempo possibile. Grazie

    Nome*
    Cognome*
    Email*
    Telefono*

    Indicate di seguito tutte le vostre richieste con: il nome dell'offerta, la data di arrivo/partenza, numero/tipo camere, num. di persone, se ci sono bambini indicare l'età.

    Ho letto l'informativa sulla privacy e presto il mio consenso al trattamento dei dati personali.*per maggiori informazioni fare riferimento alla pagina privacy

     Per altre informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato contattaci subito o invia un messaggio su Whatsapp / telegram : 327 3543655

    LA STORIA Scavi di Pompei

    Quando all’alba del 24 agosto del 79  il Vesuvio esplose, scatenando sulle città alle sue pendici una inesorabile pioggia di lapilli alla quale era quasi impossibile sfuggire, a Pompei il tempo si fermò. La tragedia fu tremenda, anche Ercolano ne fu colpita, ma fu invasa da un fiume di fango; coloro che non riuscirono a scappare dalla città e morirono imprigionati dall’ira del vulcano furono circa 2000 (oggi possiamo osservare i calchi in gesso dei loro corpi in agonia), eppure quell’evento tanto drammatico e catastrofico ha lasciato impressa l’immagine della vita che scorreva nel momento in cui il Vesuvio si risvegliò fermando il tempo.

    Una delle vittime più illustri del’eruzione fu l’autore latino Plinio il Vecchio, che si trovava a Miseno con la sua flotta. Suo nipote Plinio il Giovane ha lasciato una cronaca della tragedia e della morte dello zio che tentava di correre in aiuto delle città colpite.

    Scavi di Pompei

    Nonostante la città, sepolta, fosse caduta nell’oblio, gli scavi hanno confermato ciò che era stato raccontato dagli autori antichi: i corpi rinvenuti testimoniano che molti degli abitanti sono morti per soffocamento, come Plinio, a causa dei gas sprigionati dal vulcano; molti altri sono stati colti dall’eruzione nelle case, senza alcuna via di scampo. L’abbandono di Pompei non fu totale. Qualcuno dei superstiti vi ritornò per recuperare oggetti preziosi ed il foro fu spogliato delle statue di bronzo. Intorno al II secolo inoltre, qualcuno rioccupò alcune povere abitazioni nell’area Nord della città, fino al IX secolo quando forse nuovi terremoti ed eruzioni e l’arrivo dei saraceni ebbero la meglio e l’abbandono fu totale.

    La riscoperta della città fu del tutto fortuita: l’architetto Domenico Fontana nel 1600, mentre costruiva un canale, individuò dei resti antichi, ma non riuscì ad identificarli con quelli di Pompei, della cui ubicazione si era persa la memoria; alla metà del 1700 iniziarono gli scavi che tendevano più che altro a spogliare gli edifici delle decorazioni preziose e non furono altro che veri e propri sterri. Il primo scavo scientifico fu condotto da Giuseppe Fiorelli con la nuova tecnica rigorosamente stratigrafica. Fu sua inoltre l’idea di versare gesso liquido nei vuoti, creati sotto le ceneri dai corpi, per conservarne il calco. Col passar del tempo uno scavo estensivo su tutta la città riportò in vita l’antico splendore dei monumenti pubblici e privati.

    Oggi, entrando da Porta Marina, lo sguardo si perde nelle ville; negli affreschi ancora perfettamente conservati; il foro; il tempio di Apollo; quello di Giove; il Macellum, il mercato coperto dove veniva venduto anche il pesce; le terme: tutti quanti ci danno un’idea di come si svolgesse la vita pubblica della città. Non mancavano edifici per i divertimenti pubblici, come il teatro grande, quello coperto (l’Odeion), l’anfiteatro e privati, come il lupanare, il bordello, decorato con suggestivi affreschi assolutamente espliciti sui costumi sessuali.

    Infine le case e le ville che nei giardini, nelle stanze decorate, negli affreschi, conservano ancora il segreto di quella vita ormai così lontana che pure il vulcano non è riuscito a cancellare e che sembra quasi sospesa nel tempo.

    INFORMAZIONI UTILI Scavi di Pompei

    Clicca Mi Piace e seguici su Facebook!

    pompei.info@beniculturali.it
    tel. 0818575347

    Accessi
    Porta Marina – Piazza Esedra – Piazza Anfiteatro

    Accesso scuole e modalità di prenotazione

    Regolamento per i visitatori degli Scavi di Pompei
    Si invitano i visitatori ad organizzare la loro visita in modo da non introdurre bagagli ingombranti nell’area archeologica

    Carta dei Servizi

    Orari
    1° aprile – 31 ottobre:      tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 19.30 (ultimo ingresso ore 18.00) Sabato e domenica : ingresso dalle 8:30
    1° novembre – 31 marzo: tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 17.00 (ultimo ingresso ore 15.30) Sabato e domenica : ingresso dalle 8:30

    Biglietti
    Pompei singolo (validità 1 giorno)
    Intero € 16.00
    Ridotto € 2,00 (#)

    2 siti: OPLONTIS, BOSCOREALE Intero: € 7,00 – Validità : 1 giorno

    3 siti (POMPEII, OPLONTIS, BOSCOREALE) – validità 3 giorni consecutivi
    Intero: € 18,00**

    Biglietto gratuito: per i Cittadini dell’Unione Europea minori di 18 anni o maggiori di 65 anni

    (#) Ingresso a 2,00 euro per i cittadini dell’Unione Europea di età compresa tra i 18 e i 25 anni (non compiuti).
    I biglietti gratuiti e ridotti possono essere rilasciati solo previa presentazione di un valido documento di identità.

    ** 3 giorni consecutivi, incluso il giorno d’acquisto. È consentito un solo ingresso in ciascun sito.

    Come arrivare
    In treno

    Per l’ ingresso a Porta Marina e Piazza Esedra:
    Circumvesuviana Napoli-Sorrento (fermata Pompei Villa dei Misteri)

    Per l’ ingresso a Piazza Anfiteatro:
    Circumvesuviana Napoli-Poggiomarino (fermata Pompei Santuario)
    FS Napoli – Salerno (fermata Pompei)

    In autobus:
    SITA da Napoli e da Salerno
    CSTP n.4 da Salerno
    CSTP n 50 da Salerno (celere via autostrada)

    In auto:
    Autostrada A3 Napoli-Salerno (uscita Pompei ovest)

    Scarica la Mappa degli Scavi di Pompei

     

    SCAVI DI POMPEI

    Gli scavi di Pompei ebbero inizio nel 1748, durante il regno di Carlo di Borbone, Re delle Due Sicilie, con l’intento prevalente di conferire prestigio alla casa reale.

    Si procedette in modo discontinuo e in punti diversi dell’area, che solo dopo qualche anno fu identificata come Pompei, senza un piano sistematico. Furono così riportati alla luce parte della necropoli fuori porta Ercolano, il tempio di Iside, parte del quartiere dei teatri.

    Il periodo di occupazione francese, all’inizio del 1800, vide un incremento degli scavi, che venne poi spegnendosi con il ritorno dei Borbone. Si lavorò nella zona dell’anfiteatro e del Foro e ancora in quella di porta Ercolano e dei teatri. Grande eco suscitò la scoperta della casa del Fauno, con il grande mosaico raffigurante la battaglia di Alessandro.

    Dopo l’unità d’Italia e la nomina di Giuseppe Fiorelli alla direzione degli scavi (1861) si ebbe una svolta nel metodo di lavoro. Si cercò di collegare i nuclei già messi in luce e di procedere in modo sistematico, di tenere resoconti di scavo più dettagliati, di lasciare sul posto i dipinti (precedentemente venivano staccati e portati al museo di Napoli).
    Fu anche introdotto il metodo dei calchi in gesso, che consentì di recuperare l’immagine delle vittime dell’eruzione.

    Scavi di Pompei

    All’inizio del nostro secolo, l’esplorazione venne estendendosi, seguendo le direttrici costituite dalle strade, verso la parte orientale della città, ponendo sempre più attenzione anche alle tracce lasciate dal piano superiore delle case.
    Si giunge così al lungo periodo (1924 – 1961) segnato da Amedeo Maiuri.

    Nella sua intensa attività, oltre alla scoperta di edifici di grande prestigio (valga per tutti la Villa dei Misteri) è da segnalare il completamento della delimitazione della città, lo scavo di ampia parte delle regioni I e II e della necropoli di porta Nocera, l’inizio metodico dell’esplorazione degli strati sottostanti al livello del 79 d.C., alla ricerca delle fasi più antiche di Pompei.

    In questi ultimi decenni, l’attività di scavo si è progressivamente ridotta, ritenendo opportuno concentrare le poche risorse disponibili (largamente insufficienti anche per questo solo compito) sul restauro e sulla manutenzione degli edifici già portati alla luce.

    COSA VISITARE SCAVI DI POMPEI

    Gli Scavi archeologici di Pompei, il più grande museo all’aperto di tutto il mondo, un’esperienza indimenticabile per tutti i suoi visitatori.

    Cominciamo la nostra visita con l’Anfiteatro, un imponente anfiteatro di epoca romana, sepolto dall’eruzione del Vesuvio del 79 e ritrovato a seguito degli scavi archeologici dell’antica città di Pompei: è uno degli edifici, nel suo genere, meglio conservato, nonché uno dei più antichi al mondo.

     

    Il Teatro grande e piccolo. Accedendo nell’antica città di Pompei dalla Porta di Stabia e percorrendo la lunga via Stabiana, il visitatore potrà ammirare i principali monumenti di maggior pregio artistico, tra cui il Teatro Piccolo e, al suo fianco, il Teatro Grande, un luogo molto particolare, posizionato nei pressi del Foro Triangolare e che doveva servire agli spettatori per trovare il giusto svago dopo le fatiche della giornata. L’esempio che viene seguito per la sua costruzione è quello tipico dei teatri greci: in effetti, non si può non notare immediatamente la sua curvatura così elegante che caratterizza la cavea, la quale è stata ricavata in una insenatura del tutto naturale della collina su cui svetta l’edificio. Questa posizione così strategica era stata pensata in maniera davvero ingegnosa dagli architetti, visto che in tal modo era possibile ammirare ed essere cullati e “abbracciati” dall’intero panorama circostante, una delle migliori visioni d’insieme di tutta Pompei.

    Il Macellum era un edificio monumentale utilizzato per la vendita di alimenti e prodotti di consumo quotidiano che venne intelligentemente posto nell’angolo nord-est, una posizione molto centrale, mentre il Lupanare, dal latino lupa, prostituta, nel corso di tutta l’epoca romana, fu il luogo deputato al piacere sessuale mercenario, ovvero una vera e propria case d’appuntamento, o bordello.

    Entrati nella Casa del Fauno, dopo l’atrio, il visitatore si troverà di fronte al tablino, la tipica grande stanza di ispirazione romana che precedeva il peristilio e che era sfruttata per organizzare banchetti e ricevimenti molto fastosi. Le due stanze che si trovano ai lati dello stesso tablino sono riccamente adornate con due quadri policromi a mosaico, i quali ci vogliono ancora trasmettere la passione del proprietario per soggetti particolari, come gli animali marini e più ambigui come il demone che cavalca la pantera. Il secondo atrio viene retto da quattro colonne e immette direttamente nelle stanze di servizio e presenta mosaici molto suggestivi.

    Infine la Necropoli di Porta Nocera che come stabilito dalle leggi romane, doveva essere costruita al di fuori delle mura cittadine. E’quella di maggiori dimensioni e la più importante, con tombe sia ad esedra che ad edicola: tra tutte, le più imponente, è quella Eumachia, fatta costruire dalla sacerdotessa di Venere, per sé e per i suoi familiari. Edificata tra il 17 ed il 37 d.C. la tomba è a esedra, in opera cementizia e rivestita di tufo e presenta delle nicchie dove erano poste le statue ed un fregio figurato.

    Una guida turistica, privata o di gruppo, è indispensabile per conoscere e approfondire gli Scavi.

    Pompei guide qualificate e disponibili, organizzeranno per voi un percorso affascinante di sicuro interesse.

    E dopo il tour a Pompei alla scoperta dei luoghi più allettanti degli Scavi, potrete anche progettare una visita degli Scavi di Ercolano altrettanto caratteristici e facilmente raggiungibili in soli 20 minuti.

    PRENOTARE DIRETTAMENTE CONVIENE!

    Solo prenotando direttamente sul nostro sito potrai avere numerosi vantaggi.

    Su questo sito, in ogni periodo dell’anno sono disponibili delle offerte solo per i clienti che prenoteranno attraverso questo canale ma senza mai abbassare gli standard di un servizio di qualità.

    • Migliore tariffa garantita
    • Colazione a 5 €
    • Pacchetti e offerte esclusive
    • Piscina esterna
    • Minibar gratuito
    • Welcome Drink

    Prenota ora la tua camera

    •  Check-in rapido
    • Deposito bagagli gratis
    • Tv Led con Netflix
    • Codici sconto per future prenotazioni
    • Aria condizionata
    • WiFi veloce